Avrebbe compiuto 71 anni oggi Freddie Mercury,  pseudonimo di Farrokh Bulsara, nato a Zanzibar il 5 settembre 1946.

Un mito, un’icona, una ‘regina’, come era solito farsi chiamare lui.  La voce, l’abbigliamento eccentrico, il carisma smisurato, la malattia, le contraddizioni, il trasferimento a 18 anni a Londra, l’incontro con il gruppo, nel 1970 e l’aggiunta di Deacon solo nel febbraio 1971, i primi concerti nei circoli universitari e nei club dei dintorni di Londra, il primo disco come “Queen” nel 1973.

I cori di “Bohemian Rhapsody” e “Somebody to love” , l’ascesa al grido di “Don’t stop me now”,  il successo arrivato come per gioco di “Play the game”, e ancora “Radio Ga Ga” , il desiderio di rompere gli schemi con  “I want to break free”. L’energia e la magia del gruppo ha stregato i milioni di fan, rimasti rapiti come in un incantesimo, perchè la musica dei Queen è “A kind of magic”.

La fama mondiale arrivata come un dono del cielo: “The miracle”, appunto.  Ma questo a Freddie non bastava, lui voleva tutto, e lo urlava forte in “I want it all”. Il cambio di look del 1980, il taglio dei capelli, la comparsa dei baffi, e poi, l’inizio della fine. L’Aids scoperta nel 1989, mentre erano in corso le registrazioni di Innuendo, il futuro, la vita, i progetti solisti, la diminuzione delle apparizioni in pubblico.

L’arrivo di “Mother Love”, il desiderio di rinascere, di venire di nuovo accolto tra le braccia materne, traccia di cui Freddie, nei mesi precedenti alla morte, ha inciso la voce, lasciando successivamente agli altri membri della band il compito di creare le basi musicali per questi brani. La dedica in “These are the Days of Our Lives”,  quel ‘I still love you’, che ha fatto battere il cuore a milioni di fan.

Ma nel 2017, a 26 anni dalla sua morte, non serve essere tristi, perchè  “The show must on”, oggi e sempre.  

La voce e l’estro di Freddie, lo inscrivono nel registro degli immortali. E dunque alla domanda “Who wants to live forever?” , una risposta c’è,  Freddie. Perchè ora dal dio Mercury, vengono realizzati solo dischi “Made in Heaven”.

Annunci