Ovviamente è una pura casualità. Però fa sorridere: le strade di David Gilmour e Roger Waters, ormai quanto di più contrapposto c’è nel mondo ‘pinkfloydiano’, continuano, volenti o nolenti, a intrecciarsi.

Si sono rincorsi con il nuovo album, 2015 Rattle That Lock per Gilmour, Is This the Life We Really Want? nel 2017 (dopo 25 anni) per Waters. E con i tour mondiali dell’uno, e poi dell’altro.

Nei giorni scorsi, poi, sono tornati a parlare del futuro: sia Gilmour, sia Waters, potrebbero uscire, presto o tardi, con nuovi album di inediti, avendo annunciato, entrambi, di avere del materiale in archivio su cui lavorare. E poi il cinema: Waters è stato il primo, con il suo The Wall portato in tour tra il 2010 e il 2013 da cui è nato un film documentario proiettato nelle sale nel 2015; Gilmour pure lui ha scelto la storia floydiana con il suo ‘Live at Pompeii’, con i due concerti di luglio 2016 ‘riassunti’ anche qui in un film documentario, che quest’anno, a metà settembre, hanno potuto vedere, in sala, in tutto il mondo.

Curiosità delle curiosità è invece quanto sta per avvenire, tra una settimana.

 

 

Il prossimo 29 settembre, infatti, sarà possibile ‘acquistare’ Live at Pompeii di Gilmour, per chi  non ha potuto assistere alla proiezione di Live at Pompeii o, meglio ancora, per i tantissimi che non erano tra i duemila (per sera) che a luglio del 2016 non hanno avuto la fortuna di assistere allo storico concerto, oltre 40 anni dopo quello originale dei Pink Floyd, diretti da Adrian Maben. O anche per chi c’era, al cinema o a Pompei, per la sola voglia di rivivere quegli eventi storici. Ben 5 i formati previsti:

2 CD
2 DVD
1 Blu-Ray
4 LP
2 CD + 2 Blu-Ray

Ebbene, proprio il 29 settembre di due anni fa, Waters usciva nei cinema con The Wall live.

Curiosità, scherzetto del destino, o semplicemente niente di tutto questo. Sarà che nei nostri sogni ci piace ancora oggi vederli in qualche modo insieme, come se quel 1985, anno dell’addio di Waters ai Pink Floyd, non fosse mai esistito.

 

 

Annunci