Giunge alla sue ventesima edizione Moncalieri Jazz Festival, rassegna musicale in programma dal 28 Ottobre – 19 novembre 2017 a Moncalieri, Torino, per venti giorni di appuntamenti e performance fra concerti jazz e spettacoli di luce: dalla Notte Blue nelle vie e nelle piazze del centro storico di Moncalieri, al gran finale all’Auditorium Lingotto di Torino.
Previsto quest’anno l’omaggio a quattro grandi ‘Centenari’ del jazz: Gillespie, Monk, Fitzgerald e Trovajoli, accomunati dall’essere tutti nati nel 1917. Il centenario sarà infatti il filo conduttore che guiderà venti giorni ricchi di appuntamenti, spettacoli e performance musicali.

Ad aprire il Festival, ‘La Notte Blue del Jazz’, una vera maratona di musica a ingresso libero con più di 100 artisti-che animerà le vie e le piazze del centro storico di Moncalieri impreziosita dagli spettacoli di luce frutto dell’estro dell’artista Davì Lamastra, fino all’attesissimo gran finale dell’Auditorium Lingotto di Torino che il 19 novembre porterà in scena gli artisti piemontesi famosi nel mondo.
Ormai diventato punto di riferimento per gli amanti del Jazz, il Moncalieri Jazz Festival festeggia il traguardo delle venti edizioni con un cartellone di eventi che vedrà fra gli ospiti i maggiori protagonisti piemontesi e italiani apprezzati nel mondo, come Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Fabio Giachino, Dado Moroni, Karima, Simona De Rosa, Funk Off, e grandi artisti di livello internazionale del calibro di Kenny Barron, Cyrus Chestnut, Danny Grissett, Daymé Arocena.
Saranno inoltre presenti due grandi orchestre, la Filarmonica di Torino e la Sinfonica Nazionale della Rai che, in occasione del gran finale all’Auditorium “Giovanni Agnelli” del Lingotto, sarà diretta per la prima volta dal giovane direttore torinese Andrea Ravizza, che ne curerà gli arrangiamenti.

Il numero 20 sarà il leitmotiv dell’edizione del 2017: venti edizioni, venti i giorni di festival, venti grandi appuntamenti e venti location. Il Festival proseguiràquindi con mostre, tavole rotonde, lezioni concerto, proponendo gemellaggi musicali con il Liceo Classico e Musicale Cavour di Torino e la Big Band della Markgraf-Ludwig Gymmnasiums di Baden Baden, città gemellata con Moncalieri.
Ma anche concerti negli esercizi commerciali della città, eventi multidisciplinari di cinema, teatro, danza e concerti nelle associazioni cittadine, nella contaminazione di linguaggi tipica del jazz. Senza dimenticare la consueta attenzione del MJF verso le fasce deboli, a cui saranno dedicati concerti in una casa di riposo per anziani, e all’interno di una comunità terapeutica per recupero da problemi psichici e di tossicodipendenza. Infine, il MJF ha realizzato una convenzione per l’accoglienza di studenti in “alternanza scuola lavoro” con l’Istituto d’Istruzione Superiore “Majorana” di Moncalieri.􀀂Questa serie di eventi sono la vera e propria ossatura sulla quale si costruiscono i venti giorni del festival, facendo della città un palcoscenico globale che viene coinvolto e reso partecipe della kermesse musicale.

 

Annunci