ACCADDE OGGI: usciva il primo album di PATTI SMITH, 'HORSES'

Era il 13 dicembre 1975 e la cantante americana Patti Smith pubblicava con la casa discografica Arista Records il suo album ‘Horses‘, prodotto da John Cale dei Velvet Underground.
Il disco è tuttora considerato da molti critici musicali una vera e propria pietra miliare nella storia del rock, soprattutto per essere stato una fonte di ispirazione per i musicisti che lo avevano ascoltato quando erano solo ragazzi e che ne sono rimasti influenzati per sempre.
“Avevo quindici anni quando l’ho sentito, ed è roba piuttosto forte per un quindicenne bianco americano della classe media… E’ come la prima volta nell’oceano e un’onda ti atterra… Ho ascoltato tutta la notte Patti Smith mangiando un’enorme ciotola di ciliegie ed esclamando: ‘Oh mio Dio’. Poi sono stato male”, queste le parole del frontman dei R.E.M., Michael Stipe, in merito al disco della Smith, che indigestione di ciliegie a parte, ricorda con grande entusiasmo il suo primo ascolto dell’album.
Stipe e la Smith sono ad oggi legati da una forte rapporto di amicizia, basti pensare che una delle ultime apparizioni di Stipe dopo lo scioglimento dei R.E.M. risale proprio al 70° compleanno della Smith, quando l’ex R.E.M. è salito sul palco dove la cantante si stava esibendo e le ha cantato ‘Happy Birthday’.

Per la sua grande fama, l’album ‘Horses‘ è stato inserito al 44º posto nella classifica “500 greatest albums of all time” della rivista Rolling Stone.
Tra gli splendidi brani del disco, anche ‘Gloria’, cover del pezzo di Van Morrison, con un testo che manteneva solo il ritornello uguale all’originale, mentre cambiava il resto delle strofe in una chiave più punk.
Celebre la frase di inizio della rivisitazione di Smith, dai toni decisamente provocatori: “Gesù morì per i peccati di qualcuno ma non per i miei”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *