Tanti auguri a ELVIS! 'THE KING' oggi avrebbe compiuto 83 anni!

Tanti auguri a Elvis Presley, che oggi avrebbe compiuto 83 anni.
Cantante, ballerino e attore è ad oggi considerato uno dei fondatori del rock’n’roll e un’icona per i musicisti di tutto il mondo. Elvis Aaron Presley nacque da una famiglia poverissima l’8 gennaio 1935, a Tupelo, nel Mississippi, e sopravvisse al gemello, Jessie Garon Presley, che morì appena nato.

Fin da giovanissimo Elvis amava abiti eccentrici e non si vergognava nello sfoggiare un look stravagante che lo accompagnerà per il resto della vita.
Quando era ancora uno studente era già solito acconciare con la brillantina i suoi capelli in un ciuffo (che diventerà in seguito il suo segno di riconoscimento) e passava il tempo ascoltando la musica di B.B. Kinge e Furry Lewis.
Elvis per mantenere la sua famiglia iniziò a lavorare come camionista, e un giorno, trovandosi a passare davanti alla sede di una casa discografica, scoprì che chiunque recandosi presso la stessa e pagando una piccola somma poteva registrare un disco dimostrativo, che successivamente poteva portarsi a casa. Elettrizzato da quell’opportunità, egli decise di registrare un disco con l’intenzione di regalarlo alla madre, che avrebbe a breve compiuto gli anni. Il titolo del brano scelto per l’occasione fu quello di una vecchia ballata, il cui titolo era ‘My Happiness’.
Il fatto che fu proprio il destino a volere la fama di Elvis lo dimostra la casualità con cui il suo talento venne scoperto: il proprietario della casa discografica ascoltò l’incisione di Presley e capì che il giovane aveva tutte le carte in regola per diventare una stella. Proprio per questo decise di farlo collaborare con il contrabbassista Bill Black e il chitarrista Scotty Moore, che diverrà il suo primo manager.
Le esibizioni di Elvis ottennero un successo incredibile soprattutto tra i giovani e i giovanissimi, tanto che il cantante divenne l’idolo delle teenager, che lo consideravano un dio. I suoi live erano pieni di ragazzine urlanti pronte ad aggredirlo fisicamente pur di strappargli un pezzo di stoffa dal vestito da tenere rigorosamente come reliquia.

Proprio a causa dell’energia di Elvis durante i live egli attirò a sè l’antipatia di associazioni cattoliche che si scagliarono contro la sua musica definendola “per assatanati”.
Eppure molti non sanno che oltre all’Elvis dall’animo rock ne esiste uno che ha composto tre album gospel, con splendide canzoni religiose.

Elvis “the Pelvis”, come lo chiamavano i suoi fans a proposito dei suoi piroettanti movimenti del bacino, all’apice della sua carriera sembrava un mito intramontabile. E così fu, anche quando arrivò la sua morte il 16 agosto 1977.
Elvis riposa oggi a Graceland, la sua casa di Memphis oggi adibita a museo, che è meta di pellegrinaggio per i fan di tutto il mondo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *