PHIL COLLINS arrestato in BRASILE perché senza visto di lavoro

Piccolo guaio per Phil Collins. Il Corriere della Sera ha infatti fatto sapere che l’ex batterista dei Genesis e ora cantante solista è stato arrestato e trattenuto per alcune ore dalla polizia brasiliano all’areoporto di Rio de Janeiro perché privo di un regolare visto di lavoro.
Il musicista si trovava in Brasile per una serie di concerti, e in assenza del visto è stato trattenuto nella cella della polizia federale al Galeo International Airport. Il tutto si è risolto in poco tempo, perché Phil è stato rilasciato dopo appena un’ora.
Non c’è da preoccuparsi dunque per gli amici brasiliani, che potranno vedere il musicista in concerto domani a Rio, il 24 e il 25  a San Paolo e il 27 a Porto Alegre.
Dopo essersi esibito in Brasile, Phil arrivierà in Messico, per poi andare in Perù, Cile, Uruguay, Argentina e terminare a Puerto Rico il suo tuor sud americano.
Speriamo che il tutto si concluda senza ulteriori intoppi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *