E’ ‘Joey Ramone Birthday Bash’: Buon Compleanno al leader dei Ramones

Ramones, ovvero la storia del Punk. Associazione inevitabile. E di quella storica band Joey Ramone, pseudonimo di Jeffrey Ross Hyman, ne era il cuore, la mente, il leader, la forza.

Morto giovanissimo, non aveva neanche 50 anni, a causa di un tumore, il 15 aprile del 2001, era nato a New York il 19 maggio del 1951 nel quartiere newyorchese di Forest Hills, nel distretto del Queens, da Noel Hyman e Charlotte Mandell, una famiglia ebraica. La musica era nel dna della sua famiglia: nel 1954 infatti nacque suo fratello Mitchel Lee Hyman, poi noto musicista con il nome d’arte di Mickey Leigh, che nel 2009 pubblicherà un’autobiografia di famiglia. I genitori divorziarono nei primi anni sessanta e Joey ne soffrì molto; il nuovo marito della madre morì successivamente in un incidente stradale. Joey ha sofferto fin da piccolo di un disturbo ossessivo-compulsivo che lo portava a dover compiere ripetutamente determinate azioni per neutralizzare l’ossessione.

   Ma prima dell’esperienza nei Ramones, Joey suonò negli Snipers. Portava stivali rosa, maglia nera, guanti fino al gomito, capelli lunghi e occhiali rotondi. Ammirava gli Who, i Beatles ma in particolare gli Stooges e Iggy Pop, suo artista preferito. A Forest Hills conobbe altri due ragazzi, Douglas Glenn Colvin e John Cummings, rispettivamente i futuri Dee Dee Ramone e Johnny Ramone, il nucleo storico dei Ramones.
Passato alla storia come cantante, Joey però iniziò come batterista. Diventò cantante in seguito per sopperire alla mancanza di voce di Dee Dee, il quale faceva fatica a suonare il basso ed a cantare contemporaneamente. Gli anni nei Ramones furono costellati di successi ed eccessi, ma anche di problemi e cambi di formazione. L’ultimo concerto dei Ramones, e di Joey con questa band, fu quello del 6 agosto 1996 a Los Angeles, inciso nell’album live We’re Outta Here!.

La sua vita artistica continuò pure dopo lo scioglimento dei Ramones. Joey intraprese infatti la carriera solista, registrando sia l’album Don’t Worry About Me, il quale contiene pezzi originali e due cover: 1969 degli Stooges e una versione punk di What a Wonderful World di Louis Armstrong, e sia l’EP Christmas Spirit…In My House.  Joey non vide mai l’uscita del suo album studio: morì il 15 aprile 2001 in un ospedale di New York a causa di un tumore al sistema linfatico, poco prima di compiere cinquant’anni, mentre stava ascoltando il brano In a Little While[9] degli U2. Ha ricevuto sepoltura nella sezione ebraica del Cimitero Hillside, a Lyndhurst, New Jersey[10].
 
Il 19 maggio, il giorno che avrebbe dovuto essere il suo 50º compleanno, viene proclamato “Joey Ramone Day”, in suo onore. Dal 2001 si tiene annualmente il Joey Ramone Birthday Bash, durante il quale per l’occasione vengono suonati dei classici dei Ramones

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *