Buon Compleanno John McLaughlin, 77 candeline per la leggenda fusion

Buon Compleanno John McLaughlin, noto anche come Mahavishnu John McLaughlin, chitarrista britannico nato a Doncaster il 4 gennaio 1942.

Considerato tra i maggiori chitarristi viventi, dotato di ottima tecnica, vanta collaborazioni con artisti straordinari, il 9 dicembre del 2017 si è esibito nel suo ultimo concerto alla Royce Hall di Los Angeles. 

Dopo 25 concerti negli Stati Uniti, 16 da tutto esaurito, ha suonato per
l’ultima volta con la sua band, i 4th Dimension.

McLaughlin si è spesso contraddistinto per sperimentazioni influenzate dalle musiche di origine orientale e dallo stile fusion, ma anche per aver sviluppato negli anni un modo di suonare molto personale.

Inizia a suonare la chitarra all’età di undici anni attirato dallo swing e dal blues, ma fu anche il flamenco ad attirarlo per la sua immediatezza.

“Mia madre dovette sequestrarmi la chitarra per mesi- il suo ricordo- perché stavo tutto il giorno a suonarla e andavo avanti nonostante mi sanguinassero le dita”.

Dopo le prime esperienze in sala di registrazione negli anni sessanta, è a New York dove partecipa alle sessioni di In a Silent Way e Bitches Brew di Miles Davis.

Ha collaborato con importanti figure della musica mondiale, tra le quali il sassofonista Bill Evans, che partecipò ad una terza riunione della Mahavishnu Orchestra negli anni ottanta.

Tra i suoi album più conosciuti sono da citare Extrapolation con John Surman, My Goals Beyond, disco acustico con influenze indiane, Handful of Beauty, con gli Shakti, uno dei primi esempi di World Music, il live Friday night in San Francisco, registrato con i chitarristi Paco de Lucía e Al Di Meola nel 1981, e Love Devotion Surrender in coppia con Carlos Santana, pubblicato nel 1973, che contiene una rivisitazione di A Love Supreme di John Coltrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *