Il ‘timido’ SLASH: Ecco perché non canto… Presto album con i GN’R


Timido e introverso. Ecco perché non sentiremo mai cantare Slash: “Sono troppo timido e introverso”. Dietro quella montagna di capelli e sotto quel cilindro che a fatica gli nasconde la folta chioma, si nasconde un ragazzone timido.

Che pure è uno dei migliori chitarristi in circolazione e che forse sarebbe potuto essere pure un ottimo cantante. Ma non lo sapremo mai…
“Perché non canto mai, gruppo o solista? Sono troppo timido e introverso. Perché il cilindro? Mi sono sempre piaciuti i cappelli, è comodo e mi permette di nascondermi sotto”. Timidone.

Brian Johnson of AC/DC joins Slash and other members of Velvet Revolver onstage at Hard Rock Live in Orlando for a rendition of Led Zeppelin’s “Rock and Roll” during a benefit concert for victims of Hurricane Katrina, Tuesday 9/6/05. Velver Revolver, who was originally supposed to open the new Hard Rock venue in Biloxi, Mississippi that night, played the benefit in Orlando after the Biloxi venue was closed due to damage from Hurricane Katrina. (JIM CARCHIDI/ORLANDO SENTINEL) Credit: jc Email: maulratt@hotmail.com Phone: 4229196 Caption: vr

Saul Hudson, questo il vero nome del chitarrista dei Guns N’ Roses, quindi non lo sentiremo mai cantare. Ci dovremo perciò ‘accontentare’ della magia che riesce a regalarci con la sua chitarra.

Nel 2016, dopo la burrascosa rottura del 1996, è tornato con i Guns, con Axl Rose e Duff McKagan: sono di nuovo in tour, e siccome ci hanno preso gusto, probabilmente incideranno un nuovo album.

Intervistato dal quotidiano francese Le Parisien, è tornato anche sulla reunion: “Perché sono tornato dopo 20 anni di litigi? Abbiamo finito per riparlare con Axl- ha detto Slash- Abbiamo parlato di tutto, delle ragioni della mia partenza nel 1996, delle persone che ci avevano messo l’uno contro l’altro. È stato bello rendersi conto che non c’erano problemi più complicati ed enormi di quello che diceva la stampa”.

Certo, prosegue, “c’erano droghe, alcol e sesso, ma nessuno di noi aveva l’ambizione di diventare ricco e famoso, di avere potere e trattamenti speciali. Non avevamo lavorato per questo”.

Per quanto riguarda la vita di allora, “il ritmo dei tour incessanti mi andava bene, perché quando ci fermavamo, non sapevo cosa fare della mie giornate. E non potevo andare da nessuna parte, la gente mi fermava in strada urlando ‘hey Slash’. E io questo lo detestavo e così rimanevo a casa e mi annoiavo a morte. Per questo mi sono drogato”.

Intanto, non è da escludere, anzi, un nuovo album con i Guns N’ Roses. Incontrarsi per registrare un nuovo album, come spiega Slash, è il prossimo obiettivo.

Già per quest’anno: “Devo fare attenzione a quello che dico perché quando cito, non sempre sono le mie parole. Con i Guns che le cose vanno bene, si lavora bene insieme. Con Axl, non siamo mai andati così d’accordo. Vogliamo ritrovarci, sarà la nostra prossima tappa. Farà piacere a tutti, a noi per primi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *