SANREMO 2019, la 2° sera 6/02/2019 – RIASSUNTO

Si è aperta con l’esibizione di Claudio Baglioni che ha cantato ‘Noi no’, la seconda serata della 69° edizione del Festival di Sanremo, che prevede l’esibizione di 12 dei 24 cantanti in gara (mentre i restanti 12 si esibiranno domani).

Molto apprezzata la coreografia del brano, che ha visto Claudio circondato da giovani ‘incappucciati’, rispondere alla violenza usando i fiori al posto delle armi. “Deve essere il festival dell’armonia”, ha aggiunto Baglioni alla fine della performance.

Per quanto riguarda le esibizioni invece i cantanti di questa sera sono Achille Lauro, Einar, Il Volo, Arisa, Nek, Daniele Silvestri, gli Ex-Otago, Ghemon, Loredana Bertè, Paola Turci, i Negrita e infine Federica Carta e Shade.

Tra gli artisti in gara è stato Achille Lauro il primo a esibirsi con la sua ‘Rolls Royce’. Senza pause sale sul palco Einar, con il brano ‘Parole Nuove’.
Piccola pausa e si riparte con ‘Musica che resta’ de Il Volo. Arisa in sorriso smagliante e in total black ha cantato con energia la sua ‘Mi sento bene’.

Tra un cantante e l’altro la prima ospite, Fiorella Mannoia, ha regalato un vero e proprio tuffo nel passato al pubblico con la storica ‘Quello che le donne non dicono’.
Elegantissimo Nek, fa una performance forse migliore di quella della prima sera, cantando ‘Mi farò trovare pronto’.

Momento Amarcord quando arriva anche Pippo Baudo sul palco e poi brividi per l’esibizione di Silvestri, che nella seconda serata è stata ancora più bella della prima, forse per il superamento dell’emozione della prima sera.

Dopo l’entrata in scena di Michelle Hunziker e del suo stacchetto con Claudio Bisio, è toccato agli Ex Otago, con ‘Solo una canzone’ .

L’altro ospite della serata è Marco Mengoni, che insieme a Tom Walker ha riproposto sul palco dell’Ariston il loro ultimo singolo, che sta avendo grandissimo successo in Italia e nel mondo: ‘Hola (I say)’.
In duetto con Baglioni Mengoni ha poi cantato‘L’essenziale’, con cui il musicista ha vinto il Festival nel 2013 e ‘Emozioni’, di Lucio Battisti. Applausi e standing ovation del pubblico.

Si ritorna alla gara con ‘Rose viola’ di Ghemon e poi con ‘Cosa ti aspetti da me’ di Loredana Bertè, e anche per lei esibizione decisamente migliore della sera precedentente. Una vera fata turchina rock, con qualche anno in più, ma con lo stesso spirito dell’esibizione al Festivalbar 1982, quando arrivò sul palco vestita da sposa per cantare ‘Non sono una signora’.

Chiudono poi i Negrita con ‘I ragazzi stanno bene‘ e infine Federica Carta e Shade con ‘Senza farlo apposta.

E’ stato poi Riccardo Cocciante ad emozionare il pubblico, eseguendo prima ‘Bella’ e poi ‘Margherita’.

Ecco la classifica parziale: in testa Daniele Silvestri, Arisa, Achille Lauro e Loredana Bertè. Nella fascia media gli Ex-Otago, il Volo, Ghemon e Paola Turci. Nella fascia bassa troviamo invece Nek, Negrita, Einar e Federica Carta con Shade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *