‘One Guitar’: la musica dei Mardi Gras per la ricerca sul Parkinson

La musica, di qualità, da una parte; il cuore, grande così, di bravissimi artisti romani, dall’altra. Tutti ingredienti di un’iniziativa e di un evento da cerchietto rosso sul calendario.

La Light of Day Foundation da anni sostiene la lotta al morbo di Parkinson grazie al potere “benefico” della musica.

Così anche i romani Mardi Gras hanno deciso di partecipare a questa raccolta fondi con una cover di un brano di Wille Nile, cult rocker americano da sempre legato alla Light of Day Foundation. 

La stessa band ha suonato per il LOD a Roma nel Forum negli anni passati assieme ai musicisti di Bruce Springsteen.

Lo stesso WIllie Nile ha dato la sua approvazione perché “Siamo qua a combattere questo morbo tutti assieme”.
One Guitar” è da oggi disponibile su tutti gli stores digitali e il ricavato dalle vendite andrà tutto in beneficienza. 
https://mardigrasoneguitar.hearnow.com

Un video diretto da Marco Gallo con le video grafiche di Marco Castellani fa da corredo al brano. 

,A  inizio 2019 una carovana di musicisti americani si è esibita tra Philadelphia e il New Jersey per la Foundation. Generalmente Bruce Springsteen interviene in questa ultima tappa in quanto direttamente coinvolto nell’iniziativa. Lo stesso nome della fondazione prende spunto da una sua canzone.

SPRINGFEST: La musica d’autore per la ricerca sul Parkinson

Una grande festa in musica che accoglierà la primavera quella del 22 marzo al Wishlist Club di Roma. Una festa si, ma a scopo benefico, visto che tutto l’incasso sarà devoluto alla Lotta al Parkinson. Sul palco del WIshlist saranno tanti artisti romani legati anche a quel mondo e a quella scena rock che si esibiranno in una serata veramente speciale.

Nel Songwriter’s circle conviveranno l’America proletaria resa da un intenso Antonello Cacciotto che da tempo porta in giro il suo “Dust Man Bowl” che si risolve attorno a Woody Guthrie, il blues di Valerio Billeri, prolificissimo autore con le radici ben piantate nella musica roots americana.

E ancora Antonio Zirilli altro alfiere della musica made in Jersey spesso al fianco degli artisti americani del “Light of Day” sia sul palco che dietro le quinte.e il duo dei Vecchio Conio altra band di punta dell’attivissima etichetta romana “Folkstudio” che si sta imponendo come un assoluta novità nel panorama italiano della musica italiana, fregiandosi del famoso marchio che tante suggestioni porta con se(Filippo Gatti, Ivan Talarico, Valerio Billeri tra gli altri artisti che sono nel  parco artisti del Folkstudio).

Le band della serata saranno appunto  i Mardi Gras band rock romana attiva da molti anni, ma da sempre con un approccio molto internazionale tra Irlanda e America presenti anche nelle “Songs of the Times” di Neil YoungGrande chiusura con gli Stolen Car paladini del rock’n’roll senza fronzoli, quello puro, sudato e intenso. Un grande show di classici da Bruce Springsteen a Patti Smith a Elvis, ma anche di inediti di grande impatto emozionale.


Il ricavato della serata (con grande riffa finale a premi) verrà devoluto INTERAMENTE a favore della “Light of day Foundation” (www.lightofday.org), della “Accademia LIMPE-DIMSOV” (Accademia Italiana per lo Studio della Malattia di Parkinson e dei Disordini del Movimento www.accademialimpedismov.it).
Evento Fbhttps://www.facebook.com/events/635057303599186/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *