Si è tolto la vita Keith Flint, il cantante dei Prodigy: aveva 49 anni

Ennesimo lutto nel mondo della musica. Dopo Chris Cornell e Chester Bennington, anche Keith Flint, il 49enne cantante dei Prodigy, si è tolto la vita.

Il corpo senza vita dell’artista britannico è stato trovato questa mattina, alle 8, nella sua casa a Dunmow, nell’Essex.

Era nato a Braintree il 17 settembre del 1969.

Alla fine degli anni ottanta l’incontro con il DJ Liam Howlett ad un rave party. Dopo aver ricevuto un mixtape dallo stesso, Keith, entusiasta, insiste sul fatto che avrebbero dovuto lavorare insieme ad un progetto musicale, insieme a Leeroy Thornhill, amico di Keith.

Nel 1990 inizia così l’avventura artistica dei The Prodigy. Inizialmente Flint era uno dei due ballerini del gruppo, ma nel 1996 cominciò la sua carriera di vocalist nel singolo Firestarter.

A ritrovarlo le Forze dell’ordine, arrivate a casa di Flint dopo una segnalazione. Nonostante l’intervento, insieme ad un’ambulanza, Flint è stato trovato già morto.
Secondo un portavoce della Polizia, la morte non è considerata sospetta e sarà un medico legale a stabilire le cause del decesso.

(La foto è stata presa dal profilo Facebook ufficiale del cantante, su https://www.facebook.com/keithflintofficial/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *