Tre anni fa il triste addio a Prince, l’Imperatore del pop

Amato da milioni di fan, trovato morto in totale solitudine, in un ascensore della sua residenza.

Tre anni fa l’addio Prince Rogers Nelson, per il mondo intero ‘solo’ Prince, nato a Minneapolis il 7 giugno 1958, scomparso a Chanhassen il 21 aprile 2016.

Nella musica lui è stato tutto: ha scritto (grandi) canzoni, ha suonato tantissimi strumenti ed è stato anche polistrumentista e produttore discografico statunitense, popolare soprattutto negli anni ottanta e novanta.
Il nome Prince deriva dal nome della band dove il padre suonava, ovvero i “Prince Rogers Trio”.

Prince

La vena artistica del cantante di Minneapolis (che componeva, arrangiava, produceva, cantava e suonava i suoi lavori spesso in totale autonomia) lo ha portato a produrre continuamente nuovi brani.

E pure ad essere tra i pionieri della vendita on-line su Internet: infatti alcuni suoi prodotti sono acquistabili solo dal suo sito.

Nel 2004 la rivista Rolling Stone lo ha inserito al 27º posto nella lista dei 100 migliori artisti, al 30 in quella dei 100 migliori cantanti di sempre e al 34 in quella dei 100 migliori chitarristi di sempre.

Nel 1984 ottiene il successo mondiale con Purple Rain, nella musica come nel cinema. Raggiunge contemporaneamente la prima posizione nelle classifiche dei singoli, degli album e dei film. Prima di Prince c’erano riusciti solo i Beatles.

Il film omonimo Purple Rain vince anche il premio Oscar per la miglior colonna sonora con canzoni originali. Il brano When Doves Cry vincerà un Golden Globe come miglior canzone originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *