‘We Will Rock You’ in trionfo: a novembre parte la seconda stagione

L’11 aprile 2019, nel prestigioso Teatro Regio di Parma, davanti ad un pubblico appassionato e felice, si è conclusa la prima stagione teatrale di We Will Rock You.

Lo spettacolo con le canzoni dei Queen ha iniziato il suo tour nei teatri d’Italia nell’ottobre del 2018 registrando circa 65.000 spettatori paganti nelle 56 repliche che hanno toccato da nord e a sud le principali città italiane: Civitanova Marche, Trieste, Assisi, Bologna, Brescia, Montecatini Terme, Jesolo, Bassano Del Grappa, Bergamo, MilanoGenovaRomaNapoliCatanzaroReggio CalabriaCatania,BariFirenzePadovaTorinoGorizia e, infine, Parma.

Dopo i consensi pressoché unanimi di pubblico e critica, lo spettacolo così concepito sarà nuovamente in tour, apartire da novembre 2019, per unaseconda stagione che si prolungherà lungo tutto il 2020.

Lo spettacolo originale è stato scritto e prodotto da Ben Elton, in collaborazione con Roger Taylor e Brian May.

In Italia, grazie soprattutto al lavoro e alla credibilità della Barley Arts, il musical, dopo il grande successo della sua prima edizione nel 2009, che replicava la produzione originale londinese, è stato riproposto, durante la stagione che si è appena conclusa, in una nuovissima produzione “NO REPLICA”, messa in scena da un nuovo cast e concepita appositamente per il nostro Paese da Claudio Trotta per Barley Arts

Le musiche e le canzoni sono quelle originali, cantate in lingua inglese e eseguite rigorosamente dal vivo da un’eccezionale band formatasi per l’occasione.

L’attenta rivisitazione e implementazione del testo originale, tradotto da Raffaella Rolla, a cura di Michaela Berlini, del Direttore Artistico Valentina Ferrari e del Produttore Claudio Trotta hanno conferito allo show motivi di gradimento e interesse da parte di un pubblico estremamente transgenerazionale, valorizzando i contenuti e evidenziando l’attualità di temi quali il bullismo , istruzione, riscaldamento globale, omologazione culturale e l’oppressiva presenza quotidiana della rete nella vita di tutti.

Il risultato è stato un vero e proprio evento record, uno show campione di incassi.

L’allestimento scenografico, completamente nuovo, è stato frutto dell’immaginazione di Colin Mayes, mentre, a creare dinamicità e azione, le moderne, dinamiche e sorprendenti Coreografie ideate e curate da Gail Richardson. La regia è stata di Tim Luscombe, coaudiuvato da Michaela Berlini, anche Coach degli Attori. La Direzione Artistica e il Vocal Coaching sono stati affidati a Valentina Ferrari, la Direzione Musicale aRiccardo Di Paola, anche pianoforte e tastiere, la Direzione Vocalead Antonio Torella anche alle tastiere. Cristina Trotta è stata ilproduttore esecutivo assistita da Jacopo Rossi, Camilla Maffezzoli la Company Manager in tour, Luca Colombo sound designer e fonico di sala, Marco Serafini l’operatore luci, Daniele Campanaro il programmatore delle luci, Marco Pesciaioli il direttore di Scena, Alessio Lodovichetti e Marco Baldi i macchinisti, Nunzia Aceto la costumista, Luna Silva Rosati trucco e parrucco, Monica Savaresi booking, Daniele Chatrian social media manager.

Sul palco di questa stagione, un cast composto da talentuosi cantanti-attori, selezionati al termine di audizioni che hanno registrato un’enorme partecipazione da tutta Italia. Salvo Vinci è stato scelto nuovamente per il ruolo di Galileo e Alessandra Ferrari per quello di Scaramouche.Valentina Ferrari è stata ancora una volta Killer Queen, mentre Paolo Barillari è Khashoggi. Claudio Zanelli interpreta Brit.

Presenti anche nel cast del 2008/2009 Loredana Fadda che ha interpretato Oz e Massimiliano Colonna che ha vestito i panni di Pop.

Da ricordare anche il resto dei musicisti Roberta Raschellà Federica Pellegrinelli alle chitarre,Marco Parenti alla batteria e Alessandro Cassani  al basso.

Infine l’ensemble dei ballerini con Jessica Falceri, Gianmarco Capogna, Greta Disabato, Paolo Ciferri, Gloria Miele, Flavio Tallini, Beatrice Berdini, Francesco Venezia Jessica Baccino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *