Massimo Riva, “sempre con noi”: 20 anni fa l’addio al chitarrista di Vasco

Vent’anni. Praticamente un’eternità. Eppure, Massimo Riva “è sempre con noi”. Perché Vasco non potrà mai dimenticare il talentuoso e sfortunato cantautore e chitarrista di Zocca, soprattutto un amico, scomparso esattamente 20 anni.

Era il 31 maggio del 1999, infatti, quando una maledetta iniezione di eroina ne causava la morte.

Massimo Riva nasce a Zocca in provincia di Modena, e già da piccolo ascolta Pink Floyd e Beatles. A soli 12 anni esordisce a Punto Radio, una delle prime radio libere italiane, fondata da Vasco Rossi: il primo passo di una lunghissima amicizia e collaborazione. Riva abbozzò un brano, Seveso, che ispirò Vasco per Albachiara. Da qui Massimo Riva inizierà a comporre musiche per Vasco, tra cui Non mi va, Vivere una favola, Vivere, Stupendo, Un gran bel film e Perché non piangi per me.

Nel 1980, assieme a Vasco, Maurizio Solieri e Guido Elmi fonda la Steve Rogers Band, che accompagnerà Vasco fino al 1987.

Anche dopo il distacco di Vasco dalla Steve Rogers Band, Massimo Riva continua a partecipare ai suoi lavori, sia in studio che dal vivo, contemporaneamente all’uscita di I duri non ballano e Alzati la gonna con la Steve Rogers Band. Nel 1993 pubblica il suo primo album da solista, Matti come tutti.

L’ultima apparizione dal vivo avviene al Concerto del Primo Maggio del 1999 a Roma e l’ultimo playback al Festivalbar a Padova il 29 maggio 1999.

Muore a Bologna il 31 maggio 1999 nel suo appartamento in centro storico, a causa di una crisi respiratoria, in seguito a un’iniezione di eroina.

Il 2 giugno 2000 viene pubblicato postumo l’album Comandante Space, che raccoglie tutti gli inediti scritti prima di morire. L’anno prima invece esce un singolo di Vasco Rossi, La fine del millennio, che devolverà gli incassi all’associazione contro la tossicodipendenza. Da qui (Rewind tour) in poi, Vasco, prima di concludere un concerto con Albachiara, canterà un pezzetto di Canzone, ricordando l’amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *