Stile unico, batterista strepitoso: 71 anni fa nasceva John Bonham

Uno stile unico, un batterista tra i più grandi e influenti della storia della musica.

John Henry ‘Bonzo’ Bonham, nato a Redditch il 31 maggio 1948, avrebbe compiuto oggi 71 anni.

UNITED KINGDOM – DECEMBER 01: Photo of LED ZEPPELIN; L-R: John Paul Jones, Jimmy Page, Robert Plant, John Bonham – posed, group shot, sitting on car bonnet – first photo session with WEA Records in London in December 1968. (Photo by Dick Barnatt/Redferns)

Con i Led Zeppelin inizia la scalata verso il successo mondiale già con il primo album (omonimo), registrato in brevissimo tempo nell’ottobre del 1968.

Ma dall’altra parte i primi problemi iniziavano ad affacciarsi, complice l’essere stato costretto a vivere lontano dalla famiglia, che amava profondamente, per l’attività con i Led Zeppelin, e questo provocò in lui un vero shock, perché da ragazzo della campagna inglese quale era, si ritrovò a essere una superstar acclamata da milioni di persone, perennemente in viaggio lontano da casa.

In particolare, fu per lui un duro colpo l’anno in cui gli Zeppelin si trasferirono in esilio fiscale negli Stati Uniti a causa delle leggi economiche inglesi.

In breve, Bonham sviluppò a dismisura la sua già intensa dedizione agli alcolici, con risvolti a cavallo tra il tragico e il comico. I roadies e gli stessi membri del gruppo raccontano che, una volta ubriaco, il batterista era preda di violenti cambiamenti di personalità.

Il 25 settembre del 1980 arrivò più ubriaco del solito, nella villa di Page a Windsor per le prove, durante le quali continuò a bere. Essendo troppo alterato per continuare a suonare, venne trasportato in una stanza e lasciato là a dormire. Benji LeFevre (che aveva rimpiazzato Richard Cole come manager del tour dei Led Zeppelin) e John Paul Jones lo ritrovarono morto la mattina successiva, soffocato dal suo stesso vomito.[10] Bonham aveva solo 32 anni.

I Led Zeppelin, Jimmy Page in primis, decisero che senza di lui non potevano andare avanti. Il 4 dicembre 1980 il gruppo diramò la notizia del suo definitivo scioglimento.

Questa la discografia di Bonzo con i Led Zeppelin:

1969 – Led Zeppelin
1969 – Led Zeppelin II
1970 – Led Zeppelin III
1971 – Led Zeppelin IV
1973 – Houses of the Holy
1975 – Physical Graffiti
1976 – Presence
1979 – In Through the Out Door
1982 – Coda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *