La storia in un nome: 57 anni fa ‘nasceva’ Bob Dylan

Robert Allen, poi Bob Dylan. Un dubbio, poi la scelta. Che ha fatto la storia. Un dubbio, risolto esattamente 57 anni fa, il 2 agosto del 1962.

E sì perché oltre mezzo secolo fa, il ventenne Robert Allen Zimmerman era alle prese con la scelta di un nuovo nome. “Volevo andare via di casa e farmi chiamare Robert Allen- il ricordo dell’artista- Sembrava il nome di un re scozzese e a me piaceva“. Ma poi, nella sua vita arrivò la poesia, soprattutto quella di Dylan Thomas. Zimmerman doveva decidere tra Robert Allyn e Robert Dylan. “Non sapevo decidermi, ma la lettera D acquistava sempre più forza” e così scelse ‘Bob’ “in quanto c’erano molti Bobbies nella musica popolare del tempo”.

Dylan ha creato la figura del cantautore contemporaneo. A Dylan si devono, tra le altre cose, l’ideazione del folk-rock (in particolare con l’album Bringing It All Back Home, 1965), il primo singolo di successo ad avere una durata non commerciale (gli oltre 6 minuti della celeberrima Like a Rolling Stone, 1965) e il primo album doppio della storia del rock (Blonde on Blonde, 1966).

Tra i tanti riconoscimenti, il 13 ottobre 2016 gli è stato conferito il Premio Nobel per la letteratura. Infinita la lista dei suoi successi: Hurricane, Blowin’ In The Wind, Like A Rolling Stone, Knocking On Heaven’s Door, All Along The Watchtower, Just Like A Woman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *