Leggenda dei Toto, collaborò con i Pink Floyd: 27 anni senza Jeff Porcaro

Una leggenda. Uno dei più grandi batteristi di tutti i tempi sia per la tecnica, sia per il gusto negli arrangiamenti. Senza dimenticare la capacità di spaziare in più ambiti musicali.

Sono passati 27 anni dall’addio Jeffrey Thomas Porcaro, per tutti solo ‘Jeff’, strepitoso batterista e figlio d’arte. Suo padre era Joseph ‘Joe’ Porcaro, percussionista e batterista staunitense di origini italiane.

Inevitabilmente, iniziò a suonare la batteria piccolissimo, prima ancora di aver compiuto sette anni. Oltre a studiare con il padre, Jeff studiò anche con i percussionisti Bob Zimmit e Richard Lapore. I suoi primi modelli sono, a parte il padre, Buddy Rich, Art Blakey, John Bonham e Keith Moon.

Jeff Porcaro

A 14 anni fonda insieme ad alcuni suoi amici la rock e band Rural Still Life; con lui anche i futuri componenti dei Toto, David Paich e David Hungate.

Nel 1976 entrò nell’ensemble di Boz Scaggs, insieme a David Paich, David Hungate e Steve Lukather. Da qui nacque l’idea da parte di questi turnisti di fondare un complesso ex novo: i Toto; a questi ultimi si unirono il cantante Bobby Kimball e il tastierista Steve Porcaro, fratello di Jeff.

Oltre ad avere in comune lo strumento, Jeff e papà Joe hanno anche suonato nel doppio album dei Pink Floyd. Jeff ha suonato la batteria in Mother, Joe il rullante in Bring the Boys Back Home.

Ma non solo. Perché tra gli artisti con cui collaborò Jeff, ci sono Elton John, Patti Austin, Joe Cocker, Yvonne Elliman, Bill LaBounty, Dolly Parton, Olivia Newton-John, Sarah Vaughan, Dalbello, Bonnie Raitt, Rod Stewart, Patti LaBelle, Al Jarreau, Steve Lukather, Valerie Carter, Joseph Williams, Paul McCartney, Madonna, Paul Simon, Randy Newman, Melissa Manchester, Michael Jackson, Dionne Warwick, Michael McDonald, Diana Ross, Natalie Cole, Syreeta Wright, Paul Anka, Robert Palmer, Etta James, Barbra Streisand, Donovan, Donna Summer, Lionel Richie, Billy Preston, Aretha Franklin, Bruce Springsteen, Randy Crawford, Paul Young, Eric Clapton, Cher, Ray Parker Jr..

Nato ad Hartford, negli Usa, l’1 aprile 1954, è morto nella sua casa a Hidden Hills, il 5 agosto 1992, per un infarto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *