Vasco Rossi dice no: Politici non usate le mie canzoni!

No alla politica che usa le sue canzoni. Vasco dice no, ed è un no deciso, forte e che non ammette repliche.
La scintilla è stata la scelta del senatore del M5s Gianluigi Paragone che ha usato lo storico pezzo ‘C’è chi dice no’ come sottofondo del video con cui ha annunciato la sua intenzione di votare no sulla piattaforma Rousseau all’accordo fra Pd e M5s.
“C’e’ chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giu’ le mani dalle mie canzoni !- ha tuonato Vasco si Facebook- Che imparino a usare parole originali loro e a non strumentalizzare la musica !! C’è chi usa le mie canzoni per le sue campagne politiche e di opinione .. voglio sia chiaro che io non autorizzo nessuno a farlo e per quello che mi è possibile cerco di impedirlo..! tanto meno si può pensare che io sia d‘accordo con le opinioni di chi usa le mia musica per chiarire le sue idee confuse !! 😡🤟😡‼️”. Chiaro?

C’e’ chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giu’ le mani dalle mie canzoni ! Che imparino a usare parole…

Geplaatst door Vasco Rossi op Maandag 2 september 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *