‘Volare’, i Pink Floyd e la nuova canzone: Roger Waters si racconta

Il rapporto con i membri dei Pink Floyd rimasti, la musica degli altri e, soprattutto, una nuova canzone.
Già, perché Roger Waters (per fortuna) con le mani in mano non sa stare.
Nei giorni in cui è stato a Venezia per la presentazione del film ‘US+THEM’ sull’ultimo spettacolare tour che ha tenuto in giro per il mondo, il leader dei Pink Floyd ha rilasciato una breve ma intensa intervista a Rainews.

Ha parlato di Deja Vu, delle strofe sparite dalla traccia incisa su Is This the Life We Really Want?, l’ultimo album, (“E’ stato Nigel Godrich, è un grande produttore e non lo sto incolpando, ma le strofe le ho recuperate nel film”), di ‘Volare’, la canzone italiana cantata per una coppia di italiani che lo aveva accompagnato in auto nell’allora Jugoslavia negli Anni 90.

Roger Waters

E poi ancora i rapporti con i Pink Floyd e la nuova canzone.
Eccone alcuni passaggi. “Se sono ancora in lite con i Pink Floyd? Con uno ‘mmmm’, con l’altro non tanto. Nick Mason e io siamo molto amici, anche a tempi dei Pink Floyd lo eravamo. con David Gilmour non tanto”.

A proposito della nuova canzone, Waters ha rivelato di averla scritta la settima prima di arrivare al Festival di Venezia: “E’ sulle proteste per riserva indiana di Standin Rock”. La Riserva indiana di Standing Rock è localizzata in Nord Dakota e South Dakota negli Stati Uniti.
E ancora: “No, non ascolto la musica degli altri? Forse qualcosa, ma non ascolto pop”.

Clicca qui per vedere tutta l’intervista: http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Volare-cantata-in-autostop-la-lite-con-i-Pink-Floyd-il-brano-appena-scritto-ecco-Roger-Waters-b80a89c9-9935-4538-9d15-7a8b723ecdf8.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *