Bruce Springsteen e i primi 70 anni da Boss, tra successi e cover

E per fortuna arrivò la musica. Non solo per i milioni di fan sparsi in tutto il mondo: “Per per natura ero un solitario. Mi sono aggrappato alla musica per combattere quell’aspetto del mio carattere”.

The Boss

E così abbiamo potuto ballare ed emozionarci sulle note di capolavori come Born to Run, Darkness on the Edge of Town, The River e Born in the U.S.A., The Ghost of Tom Joad, Growin Up.

Alzi la mano chi è convinto che Bruce Frederick Joseph Springsteen dimostri i 70 anni che compie oggi essendo nato a Long Branch, 23 settembre 1949, nella Contea di Monmouth, nello Stato del New Jersey.
Di sangue irlandese e olandese di parte del padre Douglas Frederick, la mamma Adele Ann Zirilli (o Zerilli), è invece di origine italiana, proveniente da una famiglia emigrata negli Stati Uniti alla fine dell’Ottocento da Vico Equense, nei pressi di Napoli.

Forse si spiega così la sua grande passione per il nostro paese, che visita ogni anno con una certa frequenza. Deve aver contagiato la figlia Jessica, fidanzata con il pugliese Lorenzo De Luca. In più di quarant’anni di carriera ha venduto circa 120 milioni di dischi nel mondo, 65 milioni nel suo paese.

Tanti i riconoscimenti ricevuti, tra cui venti Grammy, un Oscar, un Tony Award e il Kennedy Center Honor, che gli è stato attribuito per il suo contributo alla diffusione della cultura degli Stati Uniti nel mondo; è stato inoltre insignito della medaglia presidenziale della libertà, massima onorificenza civile statunitense.

In tutto ha pubblicato 33 album, 19 in studio, 6 live e 8 raccolte.
Per gran parte della sua carriera è stato accompagnato dalla E Street Band, mentre nell’aprile del 2006 pubblicò We Shall Overcome: The Seeger Sessions, inciso con la The Sessions Band.

Ma oltre ai suoi successi, The Boss ha suonato e (anche) inciso canzoni di altri grandi artisti. Come You never can tell di Chuck Berry, Stayin’ Alive dei Bee Gees, Jump dei Van Halen, Highway to Hell degli AC/DC, Don’t Change degli INXS, London Calling dei Clash.

Eccone alcune:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *