Il clima, prima di tutto: l’impegno degli Easy Funk in ‘Quello che vorrei’

Easy Funk: “Quello che vorrei”, il nuovo singolo che denuncia le attuali condizioni climatiche

“Quello che vorrei” è il nuovo singolo degli Easy Funk che, dal 13 settembre è in radio e disponibile su tutte le piattaforme digitali e negli store. “Quello che vorrei” è un brano che, con un sound elettro funk, denuncia le attuali condizioni climatiche, tema per altro molto caro e molto enfatizzato dai media negli ultimi tempi grazie alla giovane Greta Thunberg.

In “Quello che vorrei” vengono trattate le tematiche del surriscaldamento globale, dell’inquinamento, dell’inciviltà, della guerra per l’oro nero e dell’oppressione operata dai poteri regnanti quali la politica e la religione.
 
Il brano, accompagnato da un videoclip firmato da Leoluca Iacoviello, illustra, con gli occhi di bambino, lo scenario descritto nel testo della canzone. “Abbiamo scelto di volgere in musica la tematica delle attuali condizioni climatiche perché è un argomento che ci sta molto a cuore” commenta il collettivo “la viviamo tutti i giorni da vicino e riguarda tutti, nessuno escluso”.
 

Per quanto riguarda il videoclip, invece, Iacoviello commenta “Nonostante venga rappresentato uno scenario apocalittico, alla fine si intravede un messaggio di speranza. Resta in ogni caso una grande e sola domanda ancora oggi senza risposta: che mondo lasciamo ai nostri figli?”.

Easy Funk è un gruppo pugliese di Mola di Bari (BA) composto da Zekka, Meta, Gia Young e Leontino Gobest e in alcuni casi vede la collaborazione (come in questo singolo) di Savina Vitobello in arte Sabreetha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *