Auguri Thom Yorke, leader malinconico dei Radiohead

Una voce inconfondibile, un volto e una espressione che, insieme alla malinconia che spesso caratterizza le canzoni dei Radiohead, lo rendono unico. 
Thomas Edward ‘Thom’ Yorke, compie oggi 51 anni essendo nato in Inghilterra, a Wellingborough, il 7 ottobre 1968
Al 66esimo posto nella lista dei 100 migliori cantanti di sempre secondo Rolling Stone, polistrumentista, suona chitarra elettrica, chitarra acustica e pianoforte, ma ha anche suonato batteria e basso, ha anche prodotto tre album come solista: The Eraser (2006); Tomorrow’s Modern Boxes (2014); e ANIMA (2019).
Come detto, volto, espressione e malinconia lo caratterizzano forse quanto la musica che suona e le canzoni che canta. E dietro queste caratteristiche c’è un perché.

Fin da bambino, infatti, Thom viene sottoposto a vari interventi chirurgici per correggere una paralisi congenita all’occhio sinistro. Ne subisce molti nei primi anni di vita, e per lui sono “rappezzamenti” che  determineranno una semi-cecità e una blefaroptosi alla palpebra sinistra, che diverrà poi il suo tratto somatico inconfondibile. Ciò, unito al fatto che la famiglia Yorke non si è mai stabilita in un luogo per molto tempo, causa in lui una difficoltà nel costruire nuove amicizie, creando così un’atmosfera di isolamento.

La svolta (musicale) nel 1985: va a vedere Siouxsie Sioux a Oxford in concerto, esperienza che lo ispira a diventare cantante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *