Tra Elvis e Dylan, Buon Compleanno a Tom Petty cantautore raffinato

Stregato da Elvis Presley, stimato da Bob Dylan. Un’artista indiscutibilmente con qualità superiori alla media, cantautore raffinato, oggi 20 ottobre avrebbe compiuto 69 anni Thomas Earl Petty, o più semplicemente Tom Petty.

Nato a negli States, a Gainesville, il 20 ottobre 1950, è stato il frontman dei Mudcrutch Tom Petty and the Heartbreakers, oltre a fondatore del supergruppo Traveling Wilburys.

E pensare che la musica non sarebbe neanche dovuta entrare nella sua vita, visto che non aveva nessuna aspirazione musicale.

Finché Elvis Presley non visitò la sua città natale.

Tom Petty

Dopo aver fatto parte di alcune band come The SundownersThe EpicseMudcrutch, (di cui facevano parte i futuri membri degli Heartbreakers Mike Campbell e Benmont Tench), inizia la sua carriera discografica come Tom Petty & the Heartbreakers, quando la band irrompe nella scena musicale del 1976 con l’album omonimo di debutto.

Dopo una pausa dalle scene, con l’album del ritorno, Southern Accents (1985), Tom Petty & The Heartbreakers ricominciano lì da dove avevano interrotto. Secondo il progetto iniziale il disco doveva essere doppio, avendo una parte più acustica dedicata alla riscoperta del sud degli Stati Uniti e una parte più sperimentale alla quale collabora Dave Stewart. Durante le registrazioni si verificano problemi e Petty a, causa della frustrazione, si frattura la mano sinistra, tirando un pugno contro il muro. Per questo incidente l’artista non potrà suonare la chitarra per circa otto mesi e questo farà tramontare del tutto l’idea dell’album doppio.

Il singolo tratto dall’album è Don’t Come Around Here No More prodotto da Dave Stewart, il video della canzone vede Tom vestito come il Cappellaio Matto dal libro Alice nel Paese delle Meraviglie.

Il tour è un successo, e verrà documentato sull’album Pack Up The Plantation: Live! (1986). Le capacità live della band vengono ulteriormente confermate quando Bob Dylan invita Tom Petty & the Heartbreakers a unirsi a lui durante il True Confessions Tour attraverso Usa, Australia, Giappone nel (1986) ed Europa nel (1987).

Muore il 2 ottobre 2017 nella sua casa a Santa Monica all’età di 66 anni a seguito di un arresto cardiaco causato da un’overdose accidentale di farmaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *