Roger Waters: Ho scritto una nuova canzone, forse ultimo tour nel 2020

Alla fine un paio di notizie contrastanti vengono fuori dall’intervista di Roger Waters al sito canadese ‘TheStar’.

Lo spunto è il ritorno di ‘ Another Brick in the Wall: The Opera’, dopo l’esperienza del marzo 2017 a Montreal, sarà a Toronto per altre 5 serate dal 13 novembre.

E’ inevitabilmente entrato nel particolare dell’album, che il 29 novembre celebrerà il suo quarantennale, essendo stato pubblico nel 1979, sono riemersi ricordi curiosi legati a quel doppio capolavoro inciso nella fase finale della sua esperienza con i Pink Floyd: “Avevo la sensazione di avere un mostro tra le mani quando ho fatto un piccolo schizzo, sul retro di una busta, dell’idea teatrale di base di costruire un muro per separare la band dal pubblico, come espressione di alienazione. Ho pensato “F — me, che idea geniale“.

Oggi il ‘Genio creativo dei Pink Floyd’ ha del materiale su cui ha lavorato e sta decidendo se tornare in tour l’estate prossima. Un tour ridotto, però, e limitato solo a Stati Uniti, Canada e Messico.

“Di recente ho finito di lavorare in studio, in una nuova casa in cui mi sono appena trasferito. Ho finito una canzone che penso sia estremamente importante. Sono molto, molto soddisfatto e orgoglioso di questo”.

Ora non resta che decidere per il tour, “se andrò in viaggio la prossima estate negli Stati Uniti, in Canada e Città del Messico“. Quindi, potrebbe “fare 40 concerti la prossima estate, il che significa che se lo faccio lavorerò 24 ore al giorno da adesso fino al primo concerto solo per provare a metterlo insieme”.

Waters ha poi spiegato di non ascoltare “ogni sabato sera The Wall” e ha detto che “l’anno prossimo probabilmente sarà l’ultima volta” che suonerà nelle arene “perché ho 76 anni ormai e non è facile farlo – anche se sono in forma, per fortuna e quant’altro – e sento l’obbligo di fare alcune delle mie canzoni più famose del passato. E una di quelle canzoni sarà ‘Comfortably Numb‘”. La considera infatti “una specie di inno e la gente lo adora così tanto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *