“Flow Vol. 1”: in uscita il nuovo lavoro di Francesco Incandela

Esce in digital download “Flow Vol. 1”il nuovo lavoro discografico del violinista palermitano Francesco Incandela: cinque brani strumentali, con il violino al centro come narratore e sviluppatore di storie sonore; minimalismo, loop, suoni mediterranei e sonorità filmiche con improvvise virate prog rock in cui è sempre il violino a cambiare pelle.

L’Ep è stato anticipato dal brano e dal videoclip (realizzato da Andrea Nocifora) di “Gadir” 

Francesco Incandela racconta così “Flow Vol.1” (tracklist: “Camel Loop”; “Gadir”; “Oversound”; “Drumatic”; “Dream 70”), in uscita per Tip Off Records, nuova etichetta discografica palermitana: “Un violino protagonista come narratore di racconti che si evolvono in modo sempre inaspettato ora traendo spunto da moduli ritmici, ora da intuizioni melodiche. Il suono diventa mezzo per costruire atmosfere e immagini scaturite dall’intuizione del violinista compositore, che sfrutta e vive in modo trasversale le attitudini del suo strumento, ponendo al centro del linguaggio la costruzione, senza mai perdere il gusto per l’improvvisazione. [C’è l’idea del viaggio legato al sogno che alla fine si scontra con una realtà concitata, contraddittoria e imperfetta. Un disco libero per scrittura e produzione che nell’ultima traccia ci regala un lieto fine, sognante, melodico ed emozionale. Un lavoro che sfida il ritmo delle nostre vite con brani dilatati in cui la prima regola è non avere fretta e lasciarsi attraversare da un’idea, semplice, efficace e lineare che va ripetuta a oltranza. Flow è una ruota che gira, una palla che rotola.]

Francesco Incandela (violins, electric tenor guitar,synth) è stato affiancato da Luca La Russa (bass),  Vincenzo Lo Franco (drums) e Simona Norato (voice in “Oversound” e keyboard in “Drumatic”). Il brano è stato registrato da Angelo Di Mino e missato da Valerio Mina al Blackstar Recording Studio, e masterizzato da Alessandro “Gengi” Di Guglielmo all’Elettroformati.

La copertina del disco raffigura uno scatto tratto dalla serie “The Ebb Tide” del fotografo e artista palermitano Pietro Motisi: l’immagine è stata immortalata in Galles, lungo il fiume Usk.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *