Dalla Ciociaria a Roma, la disavventura dei ‘Trillanti’ – APPELLO –

Passione e amore per la musica. Che trasforma un gruppo di ricercatori in una vera e propria orchestra che ama e da spazio alla musica popolare, con l’intento di riproporre il repertorio tradizionale del centro e sud Italia.

I Trillanti sono una bellissima realtà ciociara, che propone non solo stornelli e ballarelle tipiche delle località da dove provengono, ma anche le pizziche salentine, le tammurriate campane, le tarantelle calabresi e altri brani appartenenti al patrimonio etnomusicale dell’Italia meridionale.

Anche per questo, ma non solo per questo, fa più male sapere della disavventura che li ha visti protagonisti, loro malgrado.

In trasferta a Roma per una serie di spettacoli che stanno tenendo in questo periodo natalizio, sabato 21 dicembre, durante la pausa pranzo, a Testaccio, il loro furgone è stato preso di mira dai ladri, che hanno rubato tutto quello che potevano.

Si tratta soprattutto di strumenti, di ciò che consente loro di regalare emozioni a chi li va ad ascoltare.

A denunciarlo gli stessi Trillanti con un post sulla loro pagina Facebook, in cui elencano quanto gli è stato sottratto.

Questo:

Ecco le cose che sono state prese:
– Fisarmonica Borsini
– Chitarra Battente (senza rosetta al centro)
– Organetto 8 bassi (con la scritta I Trillanti sopra)
– 2 casse RCF 712
– 2 casse FBT
– 4 barre a led PSL
– Lira Calabrese

Il post originale:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *