‘La strana famiglia’: l’indie punk degli OSAKA FLU – RECENSIONE

Manca poco all’uscita del quarto lavoro del trio aretino Osaka Flu, dal 13 gennaio sarà infatti possibile ascoltare in digital download e in streaming ‘La strana famiglia’. Un titolo che non può far altro che ricordare il grande Giorgio Gaber.

Il nuovo disco della band indie punk sarà infatti composto solo da cover di brani cantautorali italiani. Si parte dai CCCP per chiudere con Fabrizio De Andrè.

“Non c’è nessun legame tra un pezzo e l’altro- hanno commentato gli Osaka Flu- abbiamo sempre voluto fare un disco di cover un po’ per sfida, un po’ perché un sacco di gruppi che amiamo l’hanno fatto: i Clash, i Nirvana, Bob Dylan e Rino Gaetano”.

Proprio quest’ultimo rientra a pieno titolo nell’album in uscita con la sua celebre canzone ‘La zappa, il tridente, il rastrello’ opera del 1976

Ma dagli anni 70 ad oggi molte cose sono cambiate, e quello che gli Osaka Flu fanno non è solo riproporre brani che hanno segnato il panorama della musica italiana, ma anche regalargli una nuova veste, senza intaccare lo splendore di un tempo ma facendo fuoriuscire la loro particolare personalità.

‘La strana famiglia è stato prodotto dagli Osaka Flu e registrato al Rooftop (Studio Arezzo). La band nasce nel 2010 grazie alla comune passione per la musica che ha unito i fratelli Daniele Peruzzi (voce e chitarra) e Francesco (basso e cori) con l’amico Michele Casini (batteria e cori).

“In questi 33 minuti ci sono punk, la terra, l’amore, i rutti, l’amicizia, il clistere, Arezzo, il disagio, la Toscana, uno sciacquone l’Italia. Ora siamo tre volte più carichi per il prossimo album di inediti a cui stiamo lavorando” hanno così concluso gli Osaka Flu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *