E’ morto Bill Rieflin, l’addio commosso di Robert Fripp

“Buon volo fratello Bil. La mia vita è incommensurabilmente più ricca per averti conosciuto”. Il commosso addio a Bill Rieflin porta la firma di Robert Fripp.

Se ne è andato William “Bill” Rieflin, morto per cause non ancora note, batterista dei Ministry, dei R.E.M. e dei King Crimson. Aveva 59 anni, 60 li avrebbe compiuti il 30 settembre essendo nato a Seattle nel 1960.

Della notizia della sua morte si è appreso dai social, dai post dei colleghi come Krist Novoselic, bassista dei Nirvana, che ha twittato: “È triste apprendere della morte di Bill Rieflin. Una persona retta e un musicista eccellente”. E pure da Toyah Willcox, moglie di Robert Fripp: “Il nostro caro, magnifico Bill Rieflin ha lasciato questo mondo”. Oltre che dallo stesso fondatore dei King Crimson.

Anche Flea, il bassista dei Red Hot Chili Peppers, ha voluto ricordare, a modo suo, Rieflin, con un tweet tra i commenti a quanto scritto da Novoselic: “Ahh, cazzo, Bill è morto ??? Ho adorato quel ragazzo. Che dolcezza e un fottuto batterista. Dannazione”.

Commosso anche l’addio apparso sulla pagina Facebook dei Ministry: “Oggi abbiamo perso un artista meraviglioso, un grande essere umano e una parte integrante degli sviluppi e del successo dei Ministry. Buon viaggio fratello sulla strada per il tuo prossimo concerto universale”.

Rieflin ha partecipato anche a progetti di industrial rock come Revolting Cocks, KMFDM, Swans oltre al supergruppo da lui creato, i Pigface a cui hanno partecipato decine di musicisti tra cui Trent Reznor, appunto con Flea e con John Lydon. Nel 1999 ha pubblicato il suo primo disco solista, Birth of a Giant, dove suona con Robert Fripp e Trey Gunn dei King Crimson, mentre nel 2005 fonda un nuovo supergruppo, gli Slow Music, con Robert Fripp e Peter Buck alla chitarra, Hector Zazou alle tastiere, Fred Chalenor al basso e Matt Chamberlain alla batteria.

Dal 2013 ha fatto parte dei King Crimson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *