Sesto album in studio per il Duca Bianco: 47 anni fa usciva Aladdin Sane

47 anni fa usciva Aladdin Sane, pubblicato da David Bowie il 13 aprile del 1973.

Sesto album in studio per il Duca Bianco, viene ristampato su compact disc per la prima volta nel 1984 e con 4,6 milioni di copie vendute in tutto il mondo rappresenta uno maggiori successi commerciali di Bowie.

Aladdin Sane secondo Bowie è l’ideale proseguimento di Ziggy Stardust. Le canzoni, infatti, furono scritte durante il tour di quell’album. Dal punto di vista concettuale, il tema di fondo di almeno una parte dell’album riguardò la definizione di sanità mentale e il concetto di apprendimento su come affrontare le difficoltà.

Come suggerisce James Perone in The Words and Music of David Bowie, se le canzoni di Ziggy Stardust si occupavano di come far fronte alla celebrità e alle gelosie professionali, di come affrontare la realtà della vita per i giovani, molte delle tracce di Aladdin Sane riguardarono il modo di affrontare il proprio stato psicologico.

I testi parlano di eccessi, di stelle in declino e di sesso comprato, di party senza fine, di droga e alcool, un mondo di lustrini, di luci e ombre dove finzione e realtà si confondono. L’aspirante rockstar che immaginava cosa volesse dire essere famosi lascia il posto allo specchio in cui si riflette l’immagine di chi quel successo l’aveva raggiunto.

Altro elemento di distinzione, peraltro assente nel precedente lavoro, sono le evoluzioni pianistiche di Mike Garson che specie in alcuni brani infondono al disco un carattere talvolta patinato talvolta estremamente moderno, che fa sì che questo album rappresenti un deciso passo in avanti verso la svolta stilistica che si concretizzerà nei successivi lavori. Tutti i brani sono scritti e composti da David Bowie, eccetto “Let’s Spend the Night Together” (Jagger/Richards). Inoltre è evidente il tributo al Lou Reed di “Transformer“, album prodotto dallo stesso Bowie.

TRACCE

Lato A

  1. Watch That Man (New York) – 4:25
  2. Aladdin Sane (1913-1938-197?) (R.H.M.S. “Ellinis”) – 5:06
  3. Drive-In Saturday (Seattle-Phoenix) – 4:33
  4. Panic in Detroit (Detroit) – 4:25
  5. Cracked Actor (Los Angeles) – 3:01

Lato B

  1. Time (New Orleans) – 5:15
  2. The Prettiest Star (Gloucester Road) – 3:31
  3. Let’s Spend the Night Together – 3:10 (Jagger, Richards)
  4. The Jean Genie (Detroit and New York) – 4:07
  5. Lady Grinning Soul (London) – 3:54

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *