‘Cerise’, l’album d’esordio dei THE MILLS – RECENSIONE

I The Mills debuttano con il loro primo album ‘Cerise’ disponibile dal 17 aprile su tutte le piattaforme digitali ed in formato fisico nei maggiori negozi di dischi. Prodotto da Overdub Recordings e distribuito da Code7/Plastic Head. Un album che già dal titolo ‘Cerise’ dal francese ‘ciliegia’ rimanda a una idea fresca, primaverile e di rinascita. Essendo poi uscito durante il periodo più grave dell’epidemia del Covid-19 che ha colpito tutto il mondo, l’album è apparso come portatore di buoni auspici.

“Cerise è il frutto di anni di incubazione e trasformazione dei miei demoni. Li elimino in modo ordinato- ha affermato Andrea ‘Morris’ Sanson, voce della band- chiedendo aiuto a me stesso, alle sue molteplici facce e ai suoi metodi. L’esorcismo è avvenuto –ha concluso il cantante”. ‘Cerise’ è un insieme di ascolti intimi, resi attuali e condivisibili. L’insieme dei pilastri musicali a cui i The Mills si ispirano. Si parte dalla musica degli anni ’70 con Hendrix, Zappa e Barrett. Ma si spazia ancora dai Nirvana ai The Strokes, da Lennon ai Pixies, dai Clash passando per New York con i Television, al brit-pop specialmente con Graham Coxon e gli Oasis. “Non trovo nella musica contemporanea la complessità e gli intrecci artistici che ho sempre trovato in musicisti o band per così dire del passato, la mia indole romantica è d’altronde spinta ad un’attenzione al vecchio per concepire il nuovo –ha affermato Morris”.

Hanno anticipato l’album due brani, rispettivamente la traccia numero tre ‘Eyes’ e la numero cinque ‘Panic Toll’. Come già detto l’album vuole raccontare il finire della stagione autunnale per tuffarsi in quella primaverile, più allegra, briosa e rivoluzionaria. Ma questa gioia non fa dimenticare l’alienazione, figlia dei nostri tempi, e proprio tale tematica viene affrontata nel brano ‘Eyes’.

In ‘Panic Toll’ invece troviamo il racconto di chi è riuscito a liberarsi dai demoni del passato, pur pagando un alto prezzo, ed ora è pronto a ripartire.

Ecco la tracklist completa: 1. Invain, 2. Kachina, 3. Eyes, 4. I Barely Exist, 5. Panic Toll, 6. Cerise, 7. Camden Town

I The Mills nascono, all’inizio del 2019, grazie all’incontro e all’unione tra Andrea “Morris” Sanson (Voce & Chitarra), Lorenzo Valé (Chitarra), Augusto Dalle Aste (Basso) e Pietro Pedrezzoli (Batteria). La formazione funziona e nel giro di un solo anno riescono a produrre il loro primo progetto musicale ‘Cerise’ iniziato a febbraio. Oltre alla produzione del disco da aprile i The Mills sono stati anche impegnati in diversi live

Di Serena Danese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *