‘3000REMIX’ il nuovo EP dei BLINDUR – RECENSIONE

‘3000remiX’ il nuovo Ep di Blindur esce oggi venerdì 3 luglio, e contiene 7 versioni inedite, rimasterizzate e remixate del brano ‘3000X’. Il singolo è estratto dall’album ‘A’, secondo lavoro discografico di Blindur, progetto guidato dal cantautore e produttore Massimo De Vita.

Il gruppo musicale Blindur ha deciso di far rivivere la canzone ‘3000X’ lavorando in sinergia con numerosi dj e producer della scena nazionale e internazionale: da Marco Messina dei 99 Posse a Speaker Cenzou, con riletture che vanno dalle sonorità reggae a quelle psichedeliche, tutte confluite in una sperimentazione che ha fatto nascere 7 nuove canzoni partendo da una stessa identica anima. Un unico testo che ogni volta, però, sembra diverso grazie all’attento studio musicale che c’è dietro ad ogni brano del nuovo Ep.

“Un giorno, quando si indebolirà la luce del sole e un deserto coprirà di sabbia l’Europa meridionale, saranno vuote le cattedrali, saranno muti gli inni nazionali e io e te saremo finalmente soltanto animali”.

Dagli esordi ad oggi Blindur ha all’attivo due album in studio, e fin dai primi concerti del tour di presentazione dell’album ‘A’, il brano ‘3000X’ ha svelato una forte e interessante carica. Lunghe divagazioni strumentali su ritmiche incalzanti hanno portato alla luce l’aspetto più rituale e selvaggio della canzone: in pratica un potenziale brano d’autore si era trasformato in una trance rock alternativo e afro beat. A questo punto la sfida era quella di provare a portare ‘3000X’ ancora più in là, all’estremo della forma per vedere cosa ne sarebbe venuto fuori. Così è nato ‘3000remiX’. La sperimentazione di Marco Messina (99 Posse), lo stile di Speaker Cenzou, l’anima reggae della Sanacore All Stars, il suono ‘neapolitan disco’ di Whodamanny, la rilettura ‘stranger things’ palermitana di Indigo, fino alla psichedelia de il Mago e di ADM, hanno in definitiva messo in scena un rito elettrico, una danza neo primitiva, il canto migratorio di una tribù in viaggio in uno scenario post apocalittico.

Ecco la tracklist completa:
01. 3000X Marco Messina remix
02. 3000X Whodamanny remix feat. Fabiana Martone
03. 3000X Sanacore All Stars remix
04. 3000X Indigo remix
05. 3000X il Mago remix
06. 3000X Sodo Studio (Speaker Cenzou) remix
07. 3000X ADM remix

Blindur è il progetto voluto e ideato da Massimo De Vita, cantautore e produttore. Dal 2014 al 2018 Blindur è stato un power duo, composto dallo stesso Massimo e da Michelangelo Bencivenga (chitarrista / banjoista), ai quali si è poi affiancata Carla Grimaldi (violinista). Dopo un temporaneo allontanamento di Michelangelo, Blindur ha intrapreso un nuovo percorso. Nel 2018 Massimo De Vita ha registrato, quasi da solo, il secondo disco di Blindur e, parallelamente, è nata l’attuale band, della quale fanno parte, oltre a Massimo, Michelangelo e Carla, anche Luca Stefanelli (basso) e Jonathan Maurano (batteria).

Il suono di Blindur è fortemente influenzato dal rock alternativo, dal folk e dal cantautorato. In sei anni di attività ha collezionato più di 350 concerti tra Italia, Europa e Usa, prendendo parte ad importanti festival internazionali come: Iceland Airwaves festival a Reykjavik; SXSW festival ad Austin, Texas; People festival a Berlino; Body&Soul Festival a Westmeath; Italiart festival a Dijon. Blindur ha pubblicato tra il 2014 e il 2016 due EP dal vivo ‘Casa Lavica live session’ e ‘Solo Andata – Live in giardino’. Blindur è stato vincitore di vari premi tra cui: premio Fabrizio De Andrè 2015; premio Pierangelo Bertoli 2015; premio Buscaglione “Sotto il cielo di Fred” 2016; premio Donida 2014; premio Discodays 2016. Inoltre è stato tra i 16 finalisti per l’edizione 2016 di Musicultura. Nel 2017 è stato pubblicato da La Tempesta dischi l’omonimo disco d’esordio, entrato tra i cinque migliori dischi nella categoria “opera prima” per il premio Tenco. Per celebrare la fine del tour 2017, che ha contato più di 90 concerti in un anno, è stato pubblicato da Manita Dischi in collaborazione con Rolling Stone Italia, l’Ep ‘Mozzarella session’, una raccolta di cover, in cui Blindur ha duettato con Malmö, Dellera e Xabier Iriondo degli Afterhours, Tre Allegri Ragazzi Morti, Espana Circo Este, Luca Romagnoli dei Management. Insieme a Carlo Verdone, Renzo Arbore, Elio e le storie tese, Mogol e altri, Blindur è tra i protagonisti del docufilm ‘Vinilici – perché il vinile ama la musica’ di Fulvio Iannucci (2018 – Mescalito film), per cui ha curato anche parte della colonna sonora). Dal dicembre 2018 Blindur, insieme ad altri artisti, è parte dello spettacolo / laboratorio ‘Gli ultimi saranno’ che porta musica, teatro e improvvisazione nelle carceri italiane.

Il 19 Aprile 2019 esce, per La Tempesta dischi, il secondo disco di Blindur, intitolato “A”, anticipato dai singoli “Invisibile agli occhi” e “Futuro Presente”. Link video ‘Invisibile agli occhi’:

Link video ‘Futuro presente’:

Blindur, negli anni, è stato anche gruppo spalla nei concerti di numerosi artisti italiani come: Niccolò Fabi, Cristina Donà, Calcutta, Tre allegri ragazzi morti, Iosonouncane, Zen Circus, Giovanni Truppi, Riccardo Sinigallia, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Dellera, Dimartino, Giorgio Canali e Rossofuoco, Il Pan Del Diavolo, Sick Tamburo, Dente, Management, Nobraino, Il disordine delle cose, Bandabardò, Perturbazione e altri ancora.

Di Serena Danese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *