‘ZANZARE’, il nuovo singolo di ESMA – RECENSIONE

Zanzare il nuovo singolo di Esma è disponibile dal 3 luglio in tutti gli store digitali. Un inno it-pop all’estate e a Torino, primo estratto dall’album ‘Isvara’ in uscita in autunno. Il brano arriva dopo il successo di ‘Antidoto’, che ha superato in pochi giorni i 20.000 ascolti ed è entrato in diverse playlist, tra cui Scuola Indie di Spotify.

Si possono coltivare sentimenti antichi ed essere, al tempo stesso, terribilmente contemporanei. A dimostrarlo Esma, cantautore torinese, che con un brano estremamente divertente restituisce il piacere di ballare senza rinunciare a una riflessione più profonda. ‘Zanzare’ è un canzone che entra in testa in modo rapido, un brano di forte matrice bucolica, ben inserito nel tessuto urbano, tra portici, asfalto e finestre che affacciano sull’estate.

“Tra le danze dei salici, echi lontani dai portici. E se i sogni non spaventano neanche te, magari allora è tempo di cambiare testa. Un errore dopo l’altro, rotolando fuori, fuori dalla finestra. Baciami e vedrai quanto sono importante”.

Esma coltiva musica e suona la natura, per scrollarsi di dosso il superfluo. I suoi testi parlano di un modo di vivere differente, fatto di strade alternative e sani principi e, proprio per questo, sono dedicati a tutti quelli che non vogliono rimanere ancorati alle apparenze e rifiutano il controllo. Sono un inno alla spontaneità e alla semplicità, un antidoto al comfort. Il brano è stato composto, scritto, eseguito, arrangiato, prodotto e registrato da Enrico Esma nel suo studio di registrazione sito nel cuore del centro di Torino, il LOMAX Studio. È stato mixato da Fabrizio Rabacchi al Yellow Sound Studio di Milano e Masterizzato da Federico Debandi.

“Partire con un camper e la chitarra elettrica, qualche microfono, un amplificatore, il Mac e la scheda Audio. Lasciarsi alle spalle Torino il primo obiettivo, l’eco dei suoi portici ingialliti dallo smog e la consueta cappa umida che caratterizza l’estate del capoluogo sabaudo. Raggiungere l’ospitalità delle fresche colline dell’entroterra, lontano abbastanza dalle fastidiose zanzare e dalle troppe luci notturne che nascondono le stelle. Farsi sorprendere dalla passione e dall’ispirazione nella notte di San Lorenzo quando, suonando fuori dal Caravan davanti alla valle per dei nuovi amici appena conosciuti, nasce Zanzare” è così che il cantautore ha descritto il nuovo brano.

Esma è un cantante e un autore con la passione per l’agricoltura. Nel 2011 ha vinto l’Arezzo Wave Festival come miglior progetto musicale e il Premio ‘Carish’ di Sarzana come miglior cantautore. Alla fine del 2012 il suo primo video ‘Come una Stella’ è scelto da MTV New Generation per la rotazione. Ha aperto i concerti dei Negramaro, dei Tre allegri Ragazzi Morti, degli Afterhours, di Francesco De Gregori, dei Verdena e delle Luci della Centrale Elettrica. Nel 2014 ha pubblicato il suo primo album, ‘Rivoluzione al Sole’ ottenendo buoni riscontri da parte della critica. Dal disco vengono estratti cinque singoli e realizzati altrettanti video ufficiali. Ad aprile 2015 Esma prende un biglietto di sola andata: ha così inizio, per lui, un viaggio di tre anni dedicato alla crescita come uomo e come artista. Fa tappa in Australia, in Asia e in molte città europee, vivendo di busking e vendendo, per strada, più di 2000 cd. Un’esperienza che lo cambia radicalmente. Il 26 ottobre 2018, torna con il nuovo singolo ‘Tempesta’, che anticipa l’uscita dell’Ep ‘EP Ending’, disponibile su tutte le piattaforme musicali dal 30 novembre 2018 per l’etichetta Schiuma Dischi. A ‘Tempesta’, seguono i singolo ‘Centro Commerciale’ e ‘I registi sotto la pioggia’. L’ultimo atto di ‘EP Ending’, ‘Dejavu’, vede la luce il 12 luglio 2019 assieme a una versionealternativa, ‘Dejavu Soul Version’. Il 24 dicembre 2019 esce il videoclip, realizzato nel magnifico scenario delle colline del Roero (CN). Un viaggio in camper fra amici, atmosfere familiari e una sincera esibizione live.

Di Serena Danese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *