Oh Yes I Can rember…Buon Compleanno David Crosby

Con Graham Nash, Stephen Stills e Neil Young ha formato quel supergruppo che ha dato una spinta decisiva alla diffusione del folk nel mondo. Album come Déjà vu, So Far, o come il live doppio 4 Way Street, singoli come  Teach Your Children, The Lee Shore, Suite: Judy Blue Eyes, Carry On, Right Between the Eyes, Love the One You’re With, e la loro interpretazione di Woodstock di Joni Mitchell, sono pietre miliari irraggiungibili e inimitabili ancora oggi, anche a circa 50 anni di distanza.

79 anni fa, era il 14 agosto del 1941, nasceva a Los Angeles David Crosby, per due volte nella Rock and Roll Hall of Fame, nel 1991 assieme agli altri membri dei Byrds e nel 1997 assieme a Stephen Stills e Graham Nash

David Crosby

Già, perché anche nei Byrds è riuscito a lasciare il segno. La sua prima sessione da solista risale al 1963, mentre all’inizio del 1964, con il nome di The Jet SetCrosby si esibì in vari club con Roger McGuinn e Gene Clark. Il nome fu presto cambiato in The Byrds e a loro si unirono il bassista Chris Hillman e il batterista Michael Clarke. Riuscirono ad ottenere una demo di “Mr. Tambourine Man” di Bob Dylan e ne incisero una versione che ottenne rapidamente un grande successo, arrivando alla posizione numero uno delle classifiche statunitensi.
Nel 1966 Gene Clark abbandonò i Byrds, lasciando agli altri componenti la responsabilità di comporre i brani del gruppo. Questo evento fece rapidamente venire alla luce le qualità di Crosby come compositore. Ma ben presto gli attriti fra Crosby e gli altri membri del gruppo lo indussero tuttavia ad abbandonare a sua volta la band, nel 1967.

Fu in quel periodo conobbe Stephen Stills, pure lui senza un gruppo. Presto i due iniziarono una collaborazione e a loro si unì Graham Nash che aveva da poco lasciato gli Hollies. Il loro primo album, “Crosby, Stills & Nash“, pubblicato nel 1969, ebbe un immediato successo, sia per quanto concerne le classifiche di vendita che per ciò che riguarda la programmazione radiofonica. In quel periodo, Crosby compose alcune delle sue canzoni più importanti tra le quali “Guinnevere“, “Almost Cut My Hair“, “Long Time Gone“, “Delta” e “Wooden Ships“, in collaborazione con Stephen Stills e Paul Kantner dei Jefferson Airplane.

Nel 1969 Neil Young si aggiunse al gruppo: “Déjà vu” fu il primo lavoro firmato CSN&Y e fu subito primo nelle classifiche di vendita. Nello stesso anno la fidanzata di Crosby, Christine Hinton, morì in un incidente d’auto. Crosby ne rimase sconvolto e per lui iniziò un lungo periodo di abuso di droghe che gli rese sempre più difficile ogni tipo di rapporto. Dopo la pubblicazione del doppio album dal vivo “4 Way Street“, il gruppo si concesse un periodo di riflessione durante il quale furono privilegiate le carriere solistiche.

La riunione avvenne nel 1973 e ne sarebbe dovuto derivare un nuovo album che non venne pubblicato, sia perché reputato poco interessante, sia per le liti scoppiate fra i componenti.

Nel 1971, David Crosby pubblicò il suo primo album solista, “If I Could Only Remember My Name“, l’album fu inizialmente stroncato dalla critica ma, col passare del tempo, fu ampiamente rivalutato fino a diventare una pietra miliare del rock californiano e della cultura alternativa di quegli anni. Durante le pause del gruppo David Crosby trovò in Graham Nash il partner musicale più congeniale con cui instaurare un sodalizio artistico e di amicizia, che li portò a scrivere e pubblicare diversi album in duo. Il primo, “Graham Nash/David Crosby“, uscì nel 1973.

Dopo varie vicissitudini personali (e un rischioso trapianto di fegato), nel 1989 David Crosby ritornò a incidere un album solista, “Oh Yes I Can“, ironica risposta al titolo del suo unico precedente lavoro solista del 1971, “If I Could Only Remember My Name“. Durante la metà degli anni novanta ritrovò il figlio dato in adozione alla nascita nei primi anni ’70, James Raymond, il quale, nel frattempo, era diventato un valido pianista e compositore. Insieme al chitarrista Jeff Pevar formò i CPR, abbreviazione di Crosby, Pevar & Raymond, con cui pubblicò due album in studio e due dal vivo tra il 1998 e il 2001.

A distanza di più di 20 anni dal suo ultimo album di inediti da solista, il 28 gennaio 2014 David Crosby ha pubblicato “Croz“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *