70 anni da rockstar, 12 mesi di celebrazioni per Loredana Bertè

70 anni da rockstar e un grande compleanno da ricordare con una festa che durerà un anno intero: tanti progetti e attività che ci accompagneranno fino al 20 settembre 2021.

Saranno dodici mesi da ricordare per i fan di Loredana Bertè, nata a Bagnara Calabra il 20 settembre 1950. Il suo sito, Loredanaberte.it, presenta una nuova veste, mentre è stata pubblicata una ristampa in vinile di “LOREDANABERTÈ”: si tratta del primo appuntamento della “70Bertè – Vinyl collection” con l’esclusivo logo ideato dalla stessa Artista. Cinque iconiche pubblicazioni in edizione limitata  per celebrare il talento unico ed inimitabile di una fuoriclasse della musica italiana.

LOREDANABERTÈ” è uno degli album più belli e rappresentativi di Loredana e contiene la superhit “In alto mare”. L’esclusiva ristampa in vinile (disponibile su Amazon.it, BTF.it, IBS.it, Mondadori.it e nei migliori negozi di dischi) esce per la prima volta in Picture Disc, formato 12”- 180 gr., in due versioni: “Standard” con card  e “Deluxe” con card autografata dall’artista in serie limitata e numerata a 1000 copie. 

L’immagine della card riproduce la copertina originale del 45 giri “In alto mare”, diventato uno dei brani simbolo della cantante con oltre 200.000 copie vendute in pochi mesi.

LOREDANABERTÈ”, pubblicato originariamente nel 1980, riscosse un enorme successo di pubblico e di critica e può essere considerato l’album di svolta “funky” della cantante ed è composto da canzoni tra cui spicca “In alto mare” e “Buongiorno anche a te”, quest’ultima scritta da un giovane Pino Daniele, così come “Un po’ di tutto”, mentre “Diverse libertà” porta la firma di RonAlberto Radius, Roberto Colombo, Oscar Avogadro, Daniele Pace, Rosario Jermano e Gianfranco Baldazzi sono gli altri prestigiosi compositori e autori di questo importantissimo disco, la cui iconografica copertina è opera del pittore Romeo Borzini.

La serie “70Bertè – Vinyl collection” prevede la pubblicazione in vinile di altri quattro dischi da collezione ognuno dei quali in occasione di particolari ricorrenze o eventi: a novembre 2020 (Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza Contro le Donne) uscirà il 45 giri di “Fiabe / Anima vai“; ad aprile 2021 (Record Store Day 2021), “T.I.R.” , l’album che consacra l’artista “Rivelazione dell’anno 1977”; a giugno 2021 (Pride 2021) l’album “Traslocando“, inserito dalla rivista Rolling Stone nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre. Infine a settembre 2021, per il 71esimo compleanno di Loredana, sarà pubblicato il vinile “Bandabertè’”, quarto album della sua discografia contenente “…E la luna bussò”, altro grande successo di Loredana.

Ogni pubblicazione sarà arricchita di una speciale fascia con il calendario di tutte le uscite della serie evento. La distribuzione è affidata a BTF S.r.l.

Nata il 20 settembre del 1950, 3 anni dopo la sorella maggiore Mia Martini, nel 1965 si trasferisce a Roma dove muove i primi passi come ballerina e conosce un certo Renato Fiacchini che diventerà famoso con lo pseudonimo di Renato Zero.

Tante sono collaborazioni che può vantare in carriera e non solo nel mondo della musica: canta per Chico Buarque, recita con Marcello Mastroianni, recita pure con Minnie Minoprio e Lando Buzzanca.
Provocatoria, trasgressiva, subisce la censura per alcune immagini di nudo nell’album Streaking, che contiene il brano ‘Il tuo palcoscenico’, che si conclude con l’urlo della parola “cazzo” e una suggestiva coda di chitarra elettrica. Nel 1974 finisce su Playboy.

Il successo discografico arriva nel 1975 con Sei bellissima, poi nel 1978 collabora con Ivano Fossati, che dopo aver scritto proprio per Loredana il testo di Pensiero stupendo (da lei rifiutato e solo successivamente interpretato Patty Pravo) le offre la possibilità di interpretare un brano a scelta fra La mia banda suona il rock e Dedicato, con la scelta che cade su quest’ultima. E poi nel 1979 arriva E la luna bussò, nata da un viaggio in Giamaica in cui ‘scopre’ l’allora sconosciuto Bob Marley. Altro momento fondamentale nel 1983 quando incide Il mare d’inverno di Enrico Ruggeri.
Coerente nel suo essere provocatoria, nel 1986 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo col brano Re (scritto da Mango) sul palco simula una finta gravidanza che suscita notevoli polemiche. Arriveranno poi altri album, altri singoli, altri successi.

(IMMAGINE IN EVIDENZA PRESA DALLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DELLA CANTANTE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *