Tornano Brian, Cliff e Phil: riecco gli AC/DC (ma non è una reunion…)

Va subito detto: non è una reunion. E’ il ritorno ad una formazione classica, o meglio  ritroviamo Brian Johnson che torna alla voce, Cliff Williams al basso e Phil Rudd alla batteria.

Raggiungono Angus Young e Stevie Young alle chitarre: ufficialmente gli AC/DC non si sono mai sciolti, sono sopravvissuti a cambi di formazione, ai problemi di udito Brian, sostituito da Axl Rose per un breve periodo, e a quelli giudiziari di Phil, il cui posto è stato preso da Chris Slade, anche qui temporaneamente. Non è, ad esempio, lo stesso caso dei Pink Floyd, i cui membri più volte hanno annunciato come l’esperienza della band fosse praticamente finita: inizialmente era il volere di Roger Waters, poi è diventato quello di David Gilmour, non certo quello di Nick Mason che avrebbe voluto tornare a suonare con i vecchi compagni. La reunion del 2005 a Londra li vide tornare insieme dopo l’abbandono di Waters del 1985 e il tour, l’ultimo, del 1994.

Precisazioni a parte, quello che conta è che la band australiana, dopo tante indiscrezioni, fughe di notizie, ipotesi lanciate da altre band addirittura, è finalmente tornata ufficialmente con la formazione classica. E lo fa con un nuovo album, titolo e (possibile?) copertina sono sui social, dedicato al compianto Malcolm Young.

L’album si chiamerà Power Up o PWR UP e per l’occasione è stato anche realizzato un sito nuovo di zecca, questo: https://pwrup.acdc.com/

ARE YOU READY? #PWRUP ⚡

Geplaatst door AC/DC op Woensdag 30 september 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *