E’ stato il ‘quinto’ Led Zeppelin’: 25 anni fa l’addio al manager Peter Grant

25 anni fa ci lasciava Peter Grant, manager degli Yardbirds e dei successivi Bad Company e New Yardbirds, ribattezzati da Jimmy Page Led Zeppelin. Nato a Londra il 5 aprile del 1935, veniva considerato il quinto componente del gruppo, il quinto “Zeppelin“.
Più volte, al fine di difendere la band da minacce o truffe, non esitava, con l’aiuto del roadie Richard Cole, a malmenare e a punire i gestori dei locali o chiunque potesse danneggiare i quattro zep, aiutato in ciò anche dalla sua notevole stazza (pesava oltre 150 chili). Tra gli episodi che lo riguardano ricordiamo, ad esempio, l’aggressione ad un ufficiale canadese durante un concerto: lo sfortunato si trovava in mezzo alla folla con un microfono per misurare il numero effettivo dei Decibel emessi dagli amplificatori del gruppo quando, all’improvviso fu agguantato e trascinato di forza dietro le quinte: Grant, avendolo notato, lo aveva scambiato per un Pirata e di tutta risposta sollevò il macchinario dell’impiegato sfasciandoglielo successivamente sulla testa.

Famosa fu un’apparizione televisiva in cui, bruciando alcuni bootleg, condannò e minacciò i registi amatoriali di video pirata dei concerti del “Dirigibile”.
È possibile vederlo anche all’inizio del video di “The Song Remains The Same“: non è un caso infatti che lui e Richard Cole vengano raffigurati come due gangster mentre, senza pietà sparano ad un gruppo di mafiosi, che metaforicamente rappresentano i Pirati dell’industria discografica.

Muore a Eastbourne il 21 novembre 1995.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *