Mezzalibbra: il nuovo singolo contro il body shaming

Si intitola “XXL” il nuovo singolo di Davide Corneli in arte Mezzalibbra, cantautore pop dai finissimi contorni americani che pubblica questo nuovo singolo prima di dedicarsi al suo primo disco ufficiale. “XXL” è un brano dal delicato tema del body shaming, quindi risvolti di bullismo sociale, di discriminazione… una canzone romantica e adolescenziale forma pop in cui ritrovare i connotati di una società immersa ancora in pregiudizi antichi di secoli.

Tematiche sempre più sociali e impegnative. Dopo un messaggio di speranza personale con il primo singolo ora parliamo di violenza “verbale” verso gli altri. Come mai questo tema?

Questo è un tema che va affrontato in quanto siamo di fronte ad una società molto selettiva e pretenziosa, che preferisce l’apparenza all’essere. Con questa canzone voglio ricordare che è più importante accettarsi così come si è piuttosto che correre dietro filoni che non conducono a nulla, se non a distogliere lo sguardo sull’importanza di costruire qualcosa sulla propria persona.

Domanda difficile da prendere con le opportune delicatezze: quanto c’è di vissuto in questa canzone? Da qualunque punto di vista…

Abbastanza. La mia non è stata un’adolescenza facile. Mi sono sentito invisibile e non opportuno in varie situazioni. Ero magrolino e ingenuo e sono arrivato a comprendere che avere qualcosa da dire era meno importante di dimostrare qualcosa, anche se quello che si vuole dimostrare è totalmente finto o inutile. Non mi sentivo bene nel mio corpo e ho preso decisioni sbagliate per cercare risposte e per trovare una dimensione che più o meno mi rappresentasse, ma stavo totalmente ignorando il fatto che cercare di essere qualcosa che non sono mi ha portato solo ad essere infelice. Poi ho capito che soltanto amandomi così come sono posso vivere serenamente e stare bene anche con gli altri.

Dopo due singoli… arriverà un disco?

Spero il prima possibile. Non è un periodo facile ma io, Gianji, Nicotina e Alexander stiamo lavorando duramente per questo progetto. Ci crediamo davvero e siamo molto uniti. Sono molto fiero della squadra che si è formata e ringrazierò sempre la musica per avermi fatto conoscere queste persone così importanti per me.

Se con “Cometa” c’era un sentore di blues, con “XXL” trovo che l’America sia decisamente più vicina… sei d’accordo?

Certo che sì. Non è un segreto ormai che mi ispiri molto al blues e al soul americano. Cerco di riadattarli in chiave pop per poter trasmettere meglio i miei messaggi. Quello che voglio fare con la mia musica è emozionare lasciando qualcosa dentro a chi ascolta.

Due parole su questo nuovo video per la regia di Federico Antonaci. Come nasce?

Tutto è nato da Alexander, il quale è amico di Federico. Grazie a lui si è creato un rapporto di stima reciproca che ci ha portato poi a fare una bella collaborazione. Mi piace molto il modo in cui lavora, è molto preciso ed è davvero molto professionale. Si vede che ama quello che fa e l’entusiasmo con cui lavora è l’ingrediente fondamentale per la riuscita di un bel videoclip. Spero davvero che la nostra collaborazione possa continuare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *