Marchese Aiazzi & Marok: nuovo progetto in vista?

Un progetto ‘fuori tema’ rispetto ai Litfiba, dal sapore “nuovo e antico” allo stesso tempo, tra due artisti che non si sono mai allontanati (“Non ci siamo mai divisi“). Una foto apparsa sui social con tanto di post ha scatenato l’entusiasmo di tanti appassionati di musica. E’ la pagina Facebook di Gianni Maroccolo, ‘Marok‘, storico bassista di Litfiba, CCCP, CSI, con cui ha spaziato dal post-punk alla new wave, dal rock alternativo all’hard rock. Nella foto che accompagna il post è insieme al tastierista Antonio Aiazzi, Il Marchese Aiazzi, un altro pezzo di storia del rock italiano. Tutto lascia presupporre ad un progetto insieme, come si legge nel post: “Prima o poi doveva accadere…. Il Marchese Aiazzi & Marok beh… meglio tardi che mai !“.

Maroccolo e Aiazzi hanno già collaborato in più di una occasione. Nei Litfiba, dalle origini della band toscana, datate 1982 con l’EP omonimo, conosciuto anche con il titolo di Guerra, fino al live Pirata del 1989 (salvo poi ritrovarsi per la reunion del 2013). Con i Beau Geste, a metà degli Anni 80, band di musica elettronica, quale colonna sonora per film e spettacoli teatrali, che fondarono con il tastierista Francesco Magnelli

Nel 2016, poi, per portare dal vivo NEAP (nulla è andato perso), tratto in gran parte dal disco di Maroccolo con Claudio Rocchi Vdb23/Nulla è andato perso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *