E’ la voce della protesta: 80 anni per Joan Baez, l’usignolo di Woodstock

80 anni. Pieni di storia della musica, di lotta per gli ideali che l’hanno vista combattere sempre e comunque, a dispetto di una voce delicata e leggera, dotata di un delicatissimo vibrato.

Joan Baez, nata a New York il 9 gennaio1941, cantautrice e attivista, è infatti nota per il suo impegno nei diritti civili e nel pacifismo e per l’unione artistica e sentimentale con Bob Dylan. Joan Baez è un’icona del pacifismo e della lotta per i diritti civili, in particolare per l’opposizione alla guerra del Vietnam. Nata nel borough newyorkese di Staten Island in una famiglia di origine scozzese-messicana, il padre era il fisico di origine messicana Albert Vinicio Baez. Proprio il padre ebbe una grande influenza su di lei, soprattutto per isuoi ideali pacifisti, visto che rifiutò di lavorare al “Progetto Manhattan” per la costruzione della bomba atomica a Los Alamos, così come durante la guerra fredda rifiutò sempre importanti lavori per l’industria bellica. Questo influenzò profondamente l’impegno pacifista di Joan e della sorella Mimi.

Famosa la sua esibizione sul palco di Woodstock, nell’agosto del 1969. L’artista sale sul palco al sesto mese di gravidanza, senza il marito David Harris, obiettore di coscienza, e da poco arrestato, una straordinaria Janis Joplin, poi Sly&The Family Stone, The Who, The Band. Dopo questa esibizione, sarà soprannominata l’usignolo di Woodstock.

Fra i suoi brani più celebri ci sono Diamonds & Rust, la cover di Phil Ochs, There But for Fortune e quella dei The Band The Night They Drove Old Dixie Down, così come i brani We Shall Overcome, Love Is Just a Four-Letter Word, Farewell Angelina, Sweet Sir Galahad, Joe Hill, Where have all the flowers gone. Fece conoscere al mondo, con la sua interpretazione, il brano di Gianni Morandi C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones.

Autrice di molte delle sue canzoni, è nota anche per le sue interpretazioni dei brani degli amici e colleghi Woody Guthrie, Pete Seeger, Bob Dylan, The Beatles, Jackson Browne, Paul Simon, The Rolling Stones, Stevie Wonder, Ennio Morricone e molti altri. Negli ultimi anni interpreta brani di autori quali Steve Earle, Natalie Merchant e Ryan Adams.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *