68 candeline e un nuovo progetto in regalo per Paul Stanley

68 candeline e un nuovo progetto…in regalo. Paul Stanley, nome d’arte di Stanley Harvey Eisen, insieme al bassista Gene Simmons, fondatore dei Kiss, è nato a New York il 20 gennaio del 1952. Prima di entrare nei Wicked LesterPaul militava nei Rainbow (gruppo solo omonimo di quello nel quale militava Ritchie Blackmore), e negli Uncle Joe. All’inizio degli anni ’70, Stanley formò i Wicked Lester insieme a Gene Simmons. La band registrò un album nel 1971, ma non fu mai ufficialmente pubblicato (anche se alcune canzoni dell’album furono inserite nella raccolta dei KISS “The Box Set” del 2001). I Wicked Lester si sciolsero non molto più tardi, ma Stanley e Simmons, nel 1973, ne fondarono uno nuovo chiamato KISS, la cui formazione includeva Peter Criss alla batteria e Ace Frehley alla chitarra solista.

Il personaggio di Paul nei KISS è “The Starchild“, apparentemente un riferimento a 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, e rappresenta la trasformazione di un astronauta in un essere superiore dalle sembianze di un feto chiamato The Star Child. Il personaggio di Stanley è un amante alla Don Giovanni, che combina elementi effeminati con altri molto virili, più che mera androginia. Del 1978 è il suo primo album solista omonimo, mentre il secondo intitolato “Live To Win” è del 2006. Nel 1999 Stanley prese parte in una produzione di Toronto del musical Il Fantasma dell’Opera, nel quale interpretava il ruolo del Fantasma. Apparse nel musical dal 25 maggio all’1 agosto, e dal 30 settembre al 31 ottobre. Mentre era a Toronto, Stanley fu contattato da AboutFace, un’organizzazione che aiuta e dà informazioni agli individui con differenze facciali e che chiese al cantante di aiutare a sensibilizzare la gente nei loro confronti. Anche se fu contattato per il suo ruolo di Fantasma, Stanley è effettivamente nato con la microtia, una deformazione congenita della pinna (orecchio esterno). Apparve in eventi di beneficenza e video per l’organizzazione.

Nel 2001 la moglie di StanleyPamela Bowen, nativa di Dallas, chiese il divorzio. Hanno un figlio, Evan Shane StanleyStanley ebbe bisogno di un intervento all’anca, ma prima girò il mondo con il Rock The Nation Tour, per poi operarsi nell’ottobre del 2005. Alcune complicazioni durante l’operazione resero necessario un secondo intervento nel dicembre dello stesso anno, e sempre a dicembre fu annunciata la necessità di un terzo intervento. Stanley sostiene che i suoi problemi all’anca siano stati causati dalle migliaia di show tenuti dagli anni ’70 ad oggi.
Nel 2005 Stanley debuttò come pittore, esponendo e vendendo opere d’arte giudicate originali, nello stesso anno ha iniziato a lavorare con il chitarrista Ronnie Montrose come cantante-ospite nell’ultimo album dello stesso Montrose ed il 19 novembre ha sposato la donna con cui è stato a lungo fidanzato: Erin Sutton; il ricevimento si è tenuto al Ritz-Carlton di Huntington, Pasadena (California).

Nei giorni scorsi ha presentato il progetto Soul Station, una band che omaggia i grandi artisti del Soul e del R&B. Il gruppo, un ensemble di 15 elementi, ha registrato un album con nove cover e cinque inediti. Uscirà il 5 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *