Da Goldrake a Daitarn III: ha scritto sigle storiche, addio Luigi Albertelli

E’ stato uno dei più famosi e importanti parolieri della storia della musica italiana. Non solo: dalla sua penna sono nate le sigle più famose dei cartoni animati che hanno cresciuto generazioni di appassionati.

E’ morto a 86 anni Luigi Albertelli,  paroliere e autore televisivo: era nato a Tortona il 21 giugno 1934. Dopo un primo approccio con l’atletica leggera da ragazzo, negli Anni 60 si dedica alla musica e alla pittura. Centra subito un grande successo, vincendo il Festival di Sanremo 1969 con la canzone Zingara: è suo il testo del grande classico della canzone italiana, cantato da Bobby Solo e Iva Zanicchi. La canzone venderà nel mondo oltre tre milioni di dischi in italiano. Tra gli altri successi che portano la sua firma,  canzoni come Io mi fermo qui (Dik Dik e Donatello, Sanremo 1970), Come è dolce la sera (Donatello e Marisa Sannia 1971), Donna sola (Mia martini, vincitrice Gondola d’Oro alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia), La mia estate con te (Fred Bongusto 1976), Ninna nanna (Caterina Caselli), Fiume azzurro (Mina 1972), Giorni (Mina 1977), Un corpo e un’anima (Wess e Dori Ghezzi, vincitrice dell’ultima edizione di Canzonissima 1974), Vado via (Drupi, in gara al Festival di Sanremo 1973). E poi ancora Piccola e fragile (Drupi 1974), Sereno è (Drupi 1974), Sambariò (Drupi 1976), Casa mia (Equipe 84 1971), Aria di casa (Sammy Bar- bot 1981), Sarà la nostalgia (Sandro Giacobbe 1982), Why (Randy Crawford), Non voglio mica la luna (Fiordaliso 1984), per Patty Pravo scrisse l’intero album Biafra, Sempre sempre sempre (Mina e Celentano nel 1998), Ricominciamo (Adriano Pappalardo 1979) e La notte dei pensieri di Zarrillo vincitrice del Festival di Sanremo 1987 nella Sezione Giovani.

Inoltre nel 1983 scrive i testi di alcuni dei brani di Un po’ di Zucchero, album d’esordio di Zucchero Fornaciari. E’ anche autore delle più famose sigle di cartoni animati, come Goldrake Ufo Robot (“Si trasforma in un razzo missile con circuiti di mille valvole/tra le stelle sprinta e va“) , e poi ancora Capitan Harlock, Daitarn III, Ufo robot su tutte e poi Huck e Jim, Capitan Futuro, Gatchman, Monkey, Astrorobot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *