Storico chitarrista blues, 68 anni fa nasceva Roberto Ciotti

68 anni fa nasceva Roberto Ciotti, noto chitarrista blues: era il 20 febbraio 1953m, a Roma. Avvicinandosi al jazz e al blues, Roberto Ciotti entra nel gruppo di rock progressivo dei Blue Morning. Nel 1973, registra con loro l’unico album omonimo, prodotto da Antonello Venditti e pubblicato dalla IT, la casa discografica di Vincenzo Micocci, su etichetta Tomorrow. Con il gruppo partecipa, nello stesso anno, alle registrazioni dell’album “Alice non lo sa” di Francesco De Gregori. Dopo l’incisione del disco forma il trio Big Fat Mama, che effettua numerosi tour nel biennio 1974-1975, senza però incidere alcun album. Conosce quindi Edoardo Bennato, con cui collabora come chitarrista negli album “La torre di Babele” e “Burattino senza fili” (collaborerà nuovamente con il cantautore partenopeo nel 1990); firma quindi un contratto con la Cramps, per cui pubblica i suoi primi due LP da solista, in cui si accosta al blues. Il 27 giugno del 1980, apre allo stadio di San Siro il concerto milanese di Bob Marley.

Il terzo album con la Cramps, “Rockin’ Blues” del 1982, viene presentato interamente nel corso di 12 puntate del programma televisivo “Mister Fantasy“, condotto da Carlo Massarini. Ha partecipato alla realizzazione delle colonne sonore dei film di Gabriele Salvatores, “Marrakech Express” e “Turné” e a “Provocazione” di Piero Vivarelli (con una Moana Pozzi in versione soft). Nel 2006 scrive la sua autobiografia edita da Castelvecchi editore e intitolata “Unplugged” a cui allega un cd acustico con i suoi grandi successi. Il libro viene accolto con entusiasmo dalla critica e permette di conoscere nell’intimo il bluesman romano. La prefazione di Renzo Arbore infatti accorda l’enorme amore che Roberto ha per la musica.

In soli due mesi, per una malattia al pancreas, Roberto Ciotti muore nel 2013 all’età di 60 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *