Assalti Frontali, 10 anni dopo ‘Profondo Rosso’ esce in vinile

Ottobre 2010. Siamo nello studio di Bonnot a Bergamo, Profondo rosso è quasi pronto, ci resta solo di mandare le tracce a Torino, a Gianni Condina, per il Mix finale. Squilla il telefono, è Michela de Il manifesto: “Brutte notizie, Luca, la crisi c’è arrivata dentro, il cda ha deciso i tagli, il Manifesto CD chiude, tutti i progetti sono annullati. Sono triste”. “Non ti angosciare Michela, ne usciremo”.
Il manifesto Cd era il nostro editore e distributore. Ci guardiamo negli occhi. Siamo rimasti soli. Rimandiamo il disco.

Di ritorno in treno a Roma il buio ci avvolge ma le strade in Italia ribollono, il movimento dell’onda iniziato dalle scuole elementari nel 2008 contro la riforma Gelmini ed esploso nelle università sta arrivando al culmine.
Profondo rosso è il rosso del crack delle banche, ma anche della passione e del fuoco creativo.

Il 14 dicembre 2010 a Roma c’è una manifestazione enorme, in fondo a via dei Fori Imperiali vedo un fiume che scende su Via Nazionale e uno stendardo in alto che dice: “Avoja!”. È una generazione che sogna ancora di cambiare il mondo. Berlusconi rifiuta di dimettersi ed esplode Piazza del popolo.
La sera dopo andiamo a cantare alla terza università di Roma e nasce il coro “È stato bello? Avoja!”. Quella che sembrava una disgrazia è in realtà un colpo di fortuna. Tutto diventa chiaro. Cattivi maestri. Roma meticcia. Spugne. Avere vent’anni. Le canzoni prendono la forma finale grazie a quei mesi in più di lotte e ispirazione.
Si, siamo old school, siamo quelli che fanno Rap in jeans e maglietta, che chiudono le rime a ogni barra, e ogni quartina ha un significato e le strofe un contenuto. Banditi nella sala nasce dopo un concerto a Trieste, tornando in macchina con Inoki Ness, arrivati da Bonnot, Fabiano si chiude in camera venti minuti e quando esce Bum, nasce una delle strofe più potenti degli ultimi dieci anni.

L”etichetta per cui usciamo nel marzo 2011, la Venus, dopo poco fallisce e il CD diventa introvabile per anni. Le canzoni però spopolano sulla rete.

Ora, a dieci anni esatti esce il vinile rosso.

Prendi la tua copia su www.assaltifrontali.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *