Hoka Hey, Shelte è il nuovo imperdibile EP – RECENSIONE

Avete voglia di novità e di buona musica rock? State attenti, perché il 28 maggio 2021 gli Hoka Hey lanciano il loro ultimo ep “Shelte”. Chi sono gli Hoka Hey? Duo rock formato da Emidio De Berardinis cantautore e Marcos Cortelazzo responsabile delle musiche, nonchè produttore, nasce nel 2018 e da quel momento il panorama musicale rock è arricchito da singoli come “Gravità” (2019) e i due Ep “Super Legato Mantra” (2019) e “II “ (2020). Sono un gruppo giovane ma davvero attivo e dinamico dal punto di vista musicale.

Cosa dire di “Shelte” quindi?

E’ un Ep composto da sei brani. Noi, di Dangerofmusic, lo abbiamo già sentito e proprio per questo vi consigliamo di ascoltarlo, la musica degli Hoka Hey davvero…Spacca!

Nel 2018 su una spiaggia abruzzese, Emidio De Berardinis e Marcos Cortelazzo danno il via alla loro creatività musicale, emersa in modo evidente proprio in “Shelte”. E’centrale il rock, ibridato con generi musicali come musica etnica, pop, elettronica e bossa nova. I loro testi parlano di mondi interiori, psicologia, spiritualità, attraverso metafore quotidiane. Molto romantica e suggestiva è sicuramente il primo singolo Dedalo, che colpisce per le parole del brano “Fortuna vuole che l’amore ci trasforma gli occhi. Il secondo brano, Diamante trasmette un messaggio positivo e motivante che arriva dritto al punto attraverso l’espressione “cosa ci vuole a far brillare un diamante” ? Hoka Hey toccano così il tema della perseveranza, dove chitarre dal sapore noir ricordano di curare ciò a cui teniamo. La parte finale della canzone marca proprio il significato del valore del tempo sulla terra attraverso la ripetizione della stessa frase tre volte.

Ne Le domeniche, l’intro creato da un tappeto di sintetizzatori donano alla canzone la giusta armonia tra testo e musica. Il brano si chiude con la frase “le domeniche puoi passarle con me” un chiaro invito alla condivisione che evoca immagini dolci di una confessione a cuore aperto!  Luna Piena è un brano molto soft da cantare anche a bassa voce, una carezza emotiva tra un testo in parte cantato e in buona parte quasi sussurrato. Non ci sono particolari picchi di velocità o ritmi incalzanti, piuttosto c’è stasi, un’atmosfera calma, un cuore che batte accarezzando l’anima di chi ascolta.

 Totalmente opposto è il brano Mancanze, dalle note martellanti e dal testo quasi parlato. Il ritornello

“Ognuno riceve l’amore che dà” è emblematico, mettendo in evidenza quanto la vita restituisca ciò che realizzi soprattutto in campo sentimentale.

Nel brano di chiusura Su, gli Hoka Hey si elevano verso nuove vette. L’ascoltatore ha quasi la sensazione di affrontare una scalata verso il cielo, un lavoro costante che conduce verso la vetta per poter “prendere il volo”.

Il filo conduttore di tutto l’ep è sicuramente il valore che si dà all’amore, al tempo e alle proprie azioni. La musica degli Hola Hey è genuina proprio come  la loro amicizia, in grado di comunicare messaggi profondi, con leggerezza e intelligenza.

Di Faby

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *