Angelini si scusa ancora e lascia Propaganda Live: Mi prendo una pausa

Alla fine ha deciso di prendersi una pausa Roberto Angelini, chitarrista romano e da anni perno della trasmissione prima Gazebo poi Propaganda Live di Diego Bianchi, in arte Zoro.

Nelle corse settimane l’artista che vanta collaborazioni con artisti come Niccolò Fabi, Emma Marrone, era stato al centro di una polemica per una presunta assunzione in nero di una sua amica, nel suo ristorante giapponese. La ragazza era stata fermata durante una consegna dalla Guardia di Finanza. Una volta emersa l’assunzione in nero, al chitarrista di Propaganda era costato una multa di 15mila euro.

Sui social aveva raccontato la vicenda, criticando duramente la ragazza sui social: “Ho appena scoperto di essere stato denunciato da un”amica’ alla guardia di finanza. Dopo un anno di sacrifici per non chiudere cercando di limitare al massimo il ricorso alla cassa integrazione per i miei dieci dipendenti (visti i tempi biblici).Ho comprato un furgoncino per le consegne e fatto lavorare amici che avevano bisogno. Mi sono indebitato per pagare i fornitori.Ho resistito con i ristori evidentemente inadeguati. Non avendo uno spazio all’aperto sto facendo i salti mortali per allestirne uno al volo. E poi…15 mila euro di multa per lavoro in nero. A me… Che ho avuto sempre tutti in regola e non essendo del mestiere, non avrei neanche saputo come fare”, aveva scritto sui social.

Salvo poi fare marcia indietro. La stessa ragazza aveva dato la sua versione dei fatti tramite le parole di un’amica, spiegando come si fosse trovata in una situazione difficile, fermata in piena zona rossa mentre faceva consegne in nero per conto del ristorante di Angelini: “Ho scritto un post di pancia– è il primo passo indietro del chitarrista- E forse avrei potuto evitarlo. Mi dispiace però leggere insulti verso la ragazza e mi rendo conto di essere in una posizione privilegiata. Non avevo previsto tutto questo. Per favore non insultatela più, mi fa sentire in colpa, quando in realtà vorrei tenermi l’incazzatura ancora per un po’”. E ancorA: “A chi mi parla di ‘mai lavoro in nero’ dico che sono d’accordo e ho sbagliato. E infatti pago. Ma sicuramente non è questo il luogo per approfondire. E insomma, tutto si risolverà nei modi e nelle sedi adatte”. Scuse chiese più volte: “Ho sbagliato e mi dispiace”.

Fino all’annuncio definitivo: “Chiedo scusa. Ho sbagliato e mi dispiace. Ripongo la chitarra nella custodia e mi prendo una pausa“. Non lo dice direttamente, ma starà lontano dalla trasmissione, da Propaganda Live, per “una pausa di riflessione”.

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Frobertoangeliniofficial%2Fposts%2F10158936311694823&show_text=true&width=500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *