“La ruvida estate” de Il Fano: il singolo è in radio e negli store digitali

E’ in radio e sulle piattaforme digitali il singolo La Ruvida Estate del musicista e cantautore fiorentino Il Fano. Il singolo anticipa l’uscita dell’ep Cane Io, di prossima pubblicazione. Registrato, mixato e masterizzato da Gianfilippo Boni al Paso Doble Studio di Bagno a Ripoli, il brano è distribuito dall’etichetta La Stanza Nascosta Records del musicista e produttore toscano Salvatore Papotto, con sede ad Alghero (SS) ma operativa su tutto il territorio nazionale.

“La ruvida estate- racconta Il Fano- nasce durante il primo lockdown, La canzone, un blues ironico ma con aspetti di malinconica voglia di rivincita è ispirata da un sentimento travolgente e positivo nato nel momento più difficile degli ultimi anni: il sogno, ad occhi aperti, di una fuga dalle strade di città e dalle delusioni che ogni giorno ci avvelenano”.

Classe 1972, Il Fano è un musicista e cantautore fiorentino. Nel 1993, sull’onda dell’ammirazione per Bruce Springsteen, da sempre suo nume tutelare, dà vita alla sua prima band, Little Bastard, con gli amici Stefano Mordenti (batteria) e Edoardo Pontieri (basso). Nel 1996 i Little Bastard cambiano nome in W66 e iniziano un’intensa attività live nell’hinterland toscano, conquistando un notevole seguito di pubblico e di critica. Del 2005 è il loro primo album, Roulette. Nello stesso anno avviene il prezioso incontro tra Il Fano e Rodolfo Banchelli, che diventerà figura di riferimento per l’artista fiorentino.

I W66 ottengono numerosi riconoscimenti: tra gli altri, nel 2005, il Premio Odoardo Spadaro al Teatro Puccini, con il brano Il mio quartiere e, nel 2007, il premio Certosa Relais, con il brano Sara. Dopo lo scioglimento del gruppo, Il Fano decide di intraprendere la carriera solista. Ha all’attivo l’album Tequila e Metano (2012), di prossima pubblicazione anche sulle piattaforme digitali.

Tequila e Metano, dal sound metropolitano e notturno, vede la produzione artistica di Gianfilippo Boni (presente anche al piano), e la partecipazione di Bernardo Baglioni, già chitarrista di Noemi, alla chitarra, di Lorenzo Forti (collaborazioni con Morandi, Pausini, Oxa…) al basso e di Gianmarco Colzi (polistrumentista ed ex batterista dei Litfiba) alla batteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *