Festival Mundus, artisti e spettacoli di spessore per la 26esima edizione

ATER Fondazione apre i confini e ritrova il suo pubblico attraverso il Festival Mundus, l’amata e attesa rassegna musicale internazionale che, da 26 anni, anima l’estate e tanti luoghi suggestivi situati tra le province di Reggio Emilia e Modena, con artisti e spettacoli di spessore. 

Fin dalla genesi la manifestazione è stata pensata come una vetrina sul mondo attraverso un punto di vista molto specifico e particolare, quello della musica declinata in tutte le sue espressioni, “una musica senza confini” geografici, temporali e di genere; una musica per unire culture, persone e territori e grazie alla quale ritrovarsi, cosa che, mai come quest’anno, è divenuta preziosa e importante. 

L’edizione 2021 prevede 23 appuntamenti e 100 artisti in scena fino al 4 agosto, nelle piazze, nei cortili e nei chiostri di rara bellezza di Modena, Carpi, Reggio Emilia, Casalgrande, Correggio e Scandiano, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e le amministrazioni comunali.
 Anche quest’anno Mundus offre una proposta artistica di ampio raggio, superando i confini tra i generi, a volte intrecciandoli: dal jazz nostrano e internazionale al pop, dalla musica popolare alla canzone d’autore, proponendo in cartellone diverse novità artistiche, come, ad esempio, il primo disco da solista di Rachele Bastreghi, “Psychodonna”,ei nuovi progetti dei grandi protagonisti del jazz italiano: Cristina Donà anticiperà alcuni brani del nuovo disco; Peppe Servillo con il Pathos ensemble sarà protagonista di un concerto-reading su “Il carnevale degli animali”; Danilo Rea presenterà il suo ultimo progetto dedicato ai poeti della canzone italiana.
 E ancora, musicisti, cantanti, compositori della scena contemporanea italiana riuniti in formazioni “All stars” per progetti originali come L’Istituto Italiano di Cumbia, capitanato da Davide Toffolo in un concerto alla scoperta dei frenetici ritmi della “cumbia” sudamericana; e i London 69 in “Performing the Beatles”, un tributoideato ed eseguito, tra gli altri, dai membri di Afterhours, Tiromancino, The Winstons, Baustelle.

Tra i nomi internazionali brilla Dominic Miller, storico chitarrista di Sting, che presenterà il suo ultimo disco, “Absinthe”; e, per la prima volta a Mundus, il pianista David Helbock, giovane star del jazz europeo. Il Festival è inoltre lieto di annunciare la presenza di una delle maggiori interpreti della musica italiana, Nada, che, in duo con il chitarrista Andrea Mucciarelli passerà in rassegna i più grandi successi di ieri e di oggi.

Infine, ospite attesissimo è il giovane e talentuoso rapper e cantautore Davide Shorty, medaglia d’argento all’ultima edizione del Festival di Sanremo, con il suo disco “Fusion”, mescolanza perfetta di generi e influenze.

Il programma

MUNDUS A REGGIO EMILIA E PROVINCIA

La 26° edizione di Mundus si inaugura a Scandiano, quattro gli eventi in cartellone nell’incantevole scenario del Cortile della Rocca dei Boiardo: dopo la prima giornata che si è svolta il 15 giugno, il 1° luglio si esibirà Tosca ne “Il suono della voce”, un docufilm che è un cammino intorno a musica e parole in cui, oltre alla proiezione del documentario, la cantante proporrà, in trio, un miniconcerto con Massimo de Lorenzi alla chitarra e Giovanna Famulari al violoncello.

Il 9 luglio, Rachele Andrioli, una delle artiste più apprezzate della scena della nuova musica popolare italiana anche a livello internazionale presenterà “Leuca”, un tributo alla musica salentina e al Mediterraneo, in trio con Rocco Nigro alla fisarmonica e Redi Hasa al violoncello, già collaboratore di Ludovico Einaudi. 

Il quarto e ultimo appuntamento a Scandiano è tra i più particolari in cartellone, il 22 luglio, l’avanguardista inventore della chitarra sarda preparata, Paolo Angeli con la sua “chitarra orchestra” presenterà alcuni brani dell’ultimo album “Jar’a”, oltre a componimenti originali ottenuti destrutturando brani di Björk e Radiohead. 

Reggio Emilia sono sette gli eventi in programma per questa edizione di Mundus, e tutti si terranno nella splendida location dei Chiostri di San Pietro. Il primo appuntamento è per il 28 giugno con la Toscanini Next, talentuosa formazione under 35, la cui cifra stilistica è la commistione tra generi. L’ensemble si esibirà in “Piazzolla 100!”: un omaggio ai cent’anni di Astor Piazzola con incursioni nel jazz firmato, tra gli altri, da Gershwin, Ellington e Bernstein. Cristina Donà, una delle cantautrici più stimate del panorama musicale italiano sarà la protagonista del secondo evento, in cartellone il 5 luglio; insieme a Saverio Lanza alle chitarre, co-autore dei suoi ultimi album, la Donà presenterà il concerto “deSidera tour” che anticiperà alcuni brani del nuovo disco. 

Il 12 luglio sarà la volta di un’altra inconfondibile voce femminile: Ginevra Di Marco accompagnata da Francesco Magnelli e Andrea Salvadori ci condurrà tra i capolavori di uno dei maestri della musica italiana nel concerto “Quello che conta – Ginevra canta Luigi Tenco”.
Protagonista di due concerti presso i Chiostri di San Pietro sarà una delle personalità più eclettiche del panorama musicale italiano: Peppe Servillo. Il 19 luglio, insieme ad altre due artisti di spicco come Javier Girotto Natalio Mangalavite, proporrà il concerto “L’anno che verrà – le canzoni di Lucio Dalla” un omaggio al cantautore bolognese, con l’intento di ritrovare nella sua scrittura la capacità di fare poesia attraverso la musica.

Mentre il 20 luglio, lo stesso Servillopresenterà insieme al Pathos Ensemble formato da Silvia Mazzon al violino, Mirco Ghirardini al clarinetto e Marcello Mazzoni al pianoforte, il concerto-reading “Il Carnevale degli animali” con testi di Franco Marcoaldi sulle celebri musiche di Camille Saint-Saëns. 

Il 26 luglio l’appuntamento è con la musica popolare: il noto musicista Ambrogio Sparagna (voce e organetti), in scena con alcuni Solisti dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, accompagnerà gli spettatori in un “Viaggio in Italia – la musica e i balli del Belpaese”, un progetto vocale-strumentale che è un originale percorso nella musica italiana popolare.
Gli appuntamenti ai Chiostri si concludono il 2 agosto con la star internazionale del jazz Danilo Rea al pianoforte e Luciano Biondini alla fisarmonica in “Cosa sono le nuvole”; i poeti della canzone italiana reinterpretati in un connubio perfetto tra poesia ed emozione, un viaggio nella grande storia della musica italiana.

Tre appuntamenti internazionali si terranno nella storica ed elegante Villa Adele, frutto di una collaborazione tra ATER e Casalgrande Jazz Festival

Marialy Pacheco & Joo Kraus (cubana lei, tedesco lui) saranno i protagonisti del concerto “Duets” il 14 luglio: Marialy Pacheco al pianoforte e Joo Kraus alla tromba, fondono le anime della musica jazz, dei ritmi afrocubani e del jazz contemporaneo. 

Il 15 luglio sarà la volta di Carmen Souza (voce, chitarra, piano): la pluripremiata cantante portoghese di origini capoverdiane presenterà il suo ultimo album “The Silver Messengers”, un omaggio alla vita e alla musica del compositore statunitense Horace Silver, in un mix creato dalle sue origini creole, dal jazz e da un’anima moderna, insieme a Theo Pascal al basso e Elias Kacomanolis alla batteria e percussioni. 

L’ultimo evento ospitato in questa location avrà come protagonista Dominic Miller il 16 luglio, uno dei chitarristi e compositori più conosciuti a livello internazionale, noto anche come il braccio destro di Sting. L’artista presenterà il suo ultimo album “Absinthe”un’affascinante miscela di jazz, pop, folk acustico, classica contemporanea, latini e tango, accompagnato da Jacob Karlzon (tastiere, piano), Nicolas Fiszman (basso) e Rhani Krija (percussioni).

Due i concerti di Mundus a Correggio presso il Cortile del Palazzo dei PrincipiDaniele Di Bonaventura, uno dei più originali bandoneonisti al mondo sarà protagonista di “Rìtus” il 28 luglio, un viaggio sonoro sia con piccoli strumenti a percussione e a fiato, sia con il suo strumento per eccellenza: il bandoneon. 

Approda infine, per la prima volta a Mundus, il pianista David Helbock, che a soli 35 anni è già considerato un’icona della scena jazz europea. Il grande musicista presenterà il 4 agosto il solo piano “Playing John Williams”, album dedicato al grande compositore di colonne sonore, vincitore di Oscar e Grammy.

MUNDUS A MODENA E PROVINCIA

La 26° edizione di Mundus prende il via, a Modena, presso il Giardino del Circolo Arci Vibra ribattezzato #Zonalibera, dove, in collaborazione con Circolo Culturale Left-Vibrasi terranno cinque concerti. Ampie ed eterogenee le proposte musicali in programma: si inizia il 19 giugno con l’originalissimo Istituto Italiano di Cumbia; il collettivo guidato da Davide Toffolo (Tre allegri ragazzi morti), con una formazione “All Stars” è pronto a far muovere il pubblico sul tempo tipico della cumbia, genere musicale che arriva dal Sud America.

La programmazione in #Zonalibera continua il 2 luglio con la celebre cantante Nada che, in duo con il talentuoso chitarrista Andrea Mucciarelli, si esibirà partendo dai brani storici – alcuni registrati con il compianto Fausto Mesolella – fino alle canzoni di oggi, in cui oltre ad essere interprete, Nada è anche autrice. 

Il terzo appuntamento è per l’8 luglio, quandola scena alternativa italiana incontra la storia della musica mondiale con i London 69 in “Performing THE BEATLES – All good children go to heaven“. Un tributo a uno dei capitoli più alti della discografia dei Beatles, Abbey Road, eseguito integralmente da una vera “All stars” band formata da: Roberto Dellera, Sebastiano Forte, Rachele Bastreghi, Andrea “Fish” Pesce, Lino Gitto e Roberto Angelini, che passeranno in rassegnaanchealtri famosi brani delle rispettive carriere soliste de “i quattro di Liverpool”.

Si prosegue il 16 luglio con Giorgio Canali e Pierfrancesco Pacoda in “Street Hassle. Il punk, New York e Lou Reed”, un originale omaggio a Lou Reed in stile punk tra racconto e musica.

La rassegna si chiude il 23 luglio con un apprezzatissimo giovane talento, pluripremiato all’ultima edizione del Festival di Sanremo: Davide Shorty, rapper che unisce talento e innovazione, voce soul e sonorità jazz e rap, che presenterà il suo nuovo disco “Fusion” accompagnato dalla Straniero Band.

Due i concerti di Mundus anche a Carpi, nella magnifica Piazza Martiri. Il 30 giugnoRachele Bastreghi, cantante, compositrice, musicista ed anima femminile dei Baustelle, tra le artiste più riconosciute e originali della scena pop-rock italiana, presenterà il suo primo atteso album da solista, “Psychodonna”. Il 21 luglio sarà Invece il momento dell’artista italiano considerato simbolo della contaminazione tra generi, Enzo Avitabile con i Bottari di Portico & Black Tarantella Band: un concerto coinvolgente, in cui l’artista e la sua band fondono il loro personale sound con l’antica tradizione dei Bottari, dove falci, tini e botti sono usati come percussioni, in un perfetto esempio di musica ‘senza confini’. 

Info per acquisto e prenotazione biglietti

Vendita biglietti online su www.vivaticket.com e presso le biglietterie in loco la sera dello spettacolo.

Carpi: ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria all’indirizzo www.comune.carpi.mo.it/prenota-eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *