Addio Raffaella Carrà, il saluto della musica italiana

E’ la notizia che ha sconvolto la musica italiana, e non solo. Perché Raffella Carrà, nella sua carriera infinita, è stata tutto: soubrette, attrice, presentatrice e pure cantante. I suoi singoli, sia per gli argomenti affrontati, sia per il modo con cui li ha cantati, ne hanno fatto un’artista avanti con i tempi.

“La più bella e la più brava di sempre !! ciao Raffaella. Viva Raffella Carrà”. Sui social Vasco Rossi l’ha ricordata così.

E poi Piero Pelù: con lei, ha fatto parte del gruppo di giudici di The Voice: “Raffa, Raffina… ci hai lasciati a bocca aperta ancora una volta. Parlando con J-Ax ora ci siamo detti ‘com’è possibile, sembrava immortale…’ ma pensandoci bene tu immortale lo sei davvero e rimarrai sempre con noi sorridente,
solare, curiosa, attenta a tutto e a tutti, sincera, sexy, amorosa. Sei la nostra fata, la nostra Trilly, la nostra icona. Mi unisco al coro di chi ti ama e ti porterà sempre nel suo cuore”.

Anche J-Ax l’ha voluta ricordare: “Purtroppo te ne sei andata Raffaella. Ti ho conosciuta in diversi momenti della mia carriera e mi sei sempre rimasta impressa perché anche quando non ero nessuno, hai rispettato chi ero e la cultura che amavo, una cosa che negli anni ’90 in Italia nessuno faceva. Quando poi ci siamo ritrovati molti anni dopo – addirittura da “colleghi” – a The Voice è stato subito un amore fortissimo. Ho capito perché sei stata una icona per così tante generazioni e perché con la tua forza e le tue parole hai ispirato e salvato tanta gente.
Ciao Raffaella, sei sempre stata una stella senza fare la diva”.

Altro cantante colpito dalla sua morte, Tiziano Ferro. “Mi sono svegliato stamattina e mi fa stare male pensare all’ultima volta che abbiamo riso come matti”. Proprio per lei aveva scritto la canzone ‘E Raffella è mia’, contenuta nell’album Nessuno è solo. “Ho tante foto con te, miliardi di ricordi bellissimi ma non ne pubblicherò neanche uno- ha scritto ancora il cantautore- Perché nessuna di quelle foto sarà mai abbastanza per esprimere quello che provo e il mondo intero con me. Ciao Raffaella, con tutto l’amore possibile”.

E poi ancora Paola Turci: “Arrivederci, Musa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *